header logo

Ai microfoni di Radiosei ha parlato il Professor Pino Capua in merito alla situazione riguardante l'infortunio di Ciro Immobile. "Per fortuna con la macchina che ha si è scampato una cosa brutta. Una cosa del genere ti porta a uno shock serio, ti rendi conto che la vita tua e dei tuoi familiari è appesa a un filo. E' una situazione terribile. Sono fotogrammi, attimi, in cui ripercorri in tutta la vita. La frattura? Io non ho visitato Ciro, quindi quello che dico è una sintesi delle cose che ho letto e in funzione delle quali tiro fuori il mio punto di vista da medico. Da quello che mi risulta lu resterà qualche tempo in più in ospedale, al Gemelli, per stare vicino alla bambina che ha avuto qualche problemino in più, ma niente di troppo grave per fortuna. E' una precauzione di padre, non un motivo medico che lo riguarda".

TEMPI DI RECUPERO

"La distorsione vertebrale è il classico trauma da colpo di frusta che avviene quando c'è un movimento brusco della colonna, che possa essere cervicale o dorsale. La costola coinvolta (l'undicesima, ndr) non è vicina ai polmoni e già questo un buon segnale dal punto di vista anatomica. Non so se è una frattura a tutto spessore, quindi rotta completamente, ma anche se lo fosse parliamo di una frattura dal quale si guarisce in tempi brevi. Gli osteoblasti, infatti, nelle costole lavorano da subito e da subito ricostruiscono il callo osseo. Questo permette di avere tempi relativamente brevi. Mi risulta che lui non avesse problemi di natura respiratoria, vuol dire che non c'è un contatto stretto con la pleura e non c'è un dolore limitante per l'attività agonistica. Se non dovesse fargli male neanche oggi e tutto dovesse andare bene parleremo di 15 giorni dal punto di vista medico e clinico. Se pensiamo, a livello personale, a quanta voglia ha di rimettersi in campo e di giocare, secondo me salterà una sola partita. E' un discorso teorico, sia chiaro. Dal punto di vista medico si può correre il rischio se la frattura dopo un tot di giorni ha ricominciato a ricostruirsi. Il rischio? E' lo stesso di tutti, a meno che non ci sia un trauma diretto con quel punto. Tutto dipende da quanto è ingranata la frattura, se c'è solo un'infrazione la frattura si consolida in tempi rapidi".

EDITORIALE - Cronistoria di una Scudetto: Sono le 18:04 del 14 maggio 2000, la Lazio è campione d'Italia
S.S. Lazio Pallanuoto primo obiettivo centrato!

Sito di informazione ed approfondimento sulla S.S. Lazio.
Diretto da Franco Capodaglio

Powered by Slyvi