fbpx

Lazio – Empoli, le pagelle: Pedro sbaglia tutto, Felipe Anderson ci prova fino alla fine

LE PAGELLE DI LAZIO – EMPOLI:

Provedel: sv Incolpevole sui gol ed inoperoso per il resto della gara.

Lazzari: 6 Sicuramente un passo avanti rispetto a Lecce. Soffre pochissimo in difesa e quando può andare in avanti crea alcuni presupposti interessanti. Commette però una leggerezza quando rimedia un giallo evitabile a metà primo tempo che lo costringerà a saltare la trasferta contro il Sassuolo.

Hysaj (dal 70′): 6 Avrebbe il merito di procurarsi l’espulsione di Bandinelli che solo l’incapacità di Pezzuto non riesce a concretizzare. Sembra pimpante anche dal punto di vista fisico ed a Sassuolo toccherà a lui.

Casale: 6 Bene per quasi tutta la gara fino alle situazione finali dei due gol che sono abbastanza estemporanee. Manca un pò di brillantezza negli ultimi minuti quando quando la squadra sembra in down fisico.

Romagnoli: 6,5 Prova di grande carattere in cui non sbagli un intervento e disinnesca prima Satriano che non la vede mai. L’Empoli non è mai pericoloso fino alle situazioni finali in cui i gol sono frutto di casualità e leggerezza di altri giocatori.

Marusic: 6 L’Empoli non arriva mai dalle sue parti e lui presidia bene la zona di competenza. Mai coinvolto in attacco dove dimostra di avere dei limiti in fase di impostazione che sono conosciuto.

Cataldi: 6 Gioca un buon primo tempo in cui la Lazio ha in mano le redini del gioco e lui riesce a far girare il pallone con buona velocità. Come accaduto a Lecce cala d’intensità col passare dei minuti e dopo il secondo gol si spegne in maniera definitiva ed il cambio è automatico.

Vecino (dal 70′): 5,5 Entra per congelare la gara, ma ha il difetto di perdere due duelli da cui nascono i gol dell’Empoli. Dovrebbe chiudere la sua zona ed invece con lui in campo si aprono delle crepe.

Milinkovic: 6 Piccoli segnali di crescita che si denotano dai pochi errori in fase di palleggio. Sfortunato quando colpisce un palo che poteva chiudere la gara. Manca un brillantezza vicino alla porta.

Luis Alberto: 6,5 Sembra il più in palla del centrocampo e lo si vede sin da subito. Tiene bene il campo fino all’ultimo e si fa apprezzare anche per una fase difensiva in cui si applica molto.

Basic (dal 86′): sv Pochi minuti per congelare il risultato. Missione fallita.

Felipe Anderson: 6,5 Segna il gol in avvio con un colpo di testa molto intelligente. Rimane il più brillante in avanti e riesce anche a concretizzare l’assist per il gol di Zaccagni.

Immobile: 6 Servito poco soprattutto nel secondo tempo in cui non ha mai l’opportunità per battere a rete. Ci prova di più nel primo tempo, ma anche lì palloni buoni latitano. Troppo solo nel finale quando c’era spazio per fare male alla difesa toscana.

Zaccagni: 6,5 Gara sottotono in cui gli riesce poco, ma dove trova il guizzo per siglare il gol del raddoppio che indirizza la gara. Nel primo tempo ha il demerito di fallire una comoda occasione, ma da ottima posizione non riesce a prendere lo specchio della porta.

Pedro (dal 60′): 5 Sbaglia tutto quello che si potrebbe fare in attacco ed in difesa. Prende anche un tunnel da cui nasce il gol del pareggio e lascia ai difensori dell’Empoli tutti i palloni che prova a giocare.

Sarri: 5 La squadra è scarica fisicamente perché al 60esimo finisce di giocare ed inizia a gestire. Prende l’ennesima rimonta in situazione di grande vantaggio e subisce due gol in cui il piazzamento dei giocatori è rivedibile. Ancora una volta i cambi non danno nulla alla causa ed a questo punto è opportuno che sul mercato chieda qualcosa.