fbpx
(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images for Lega Serie A)

Serie A, è battaglia tra Lega Calcio e Governo per la rateizzazione dei debiti con il Fisco: Lotito prova la mediazione

Era stato chiaro il Ministro dello Spor Andrea Abodi che aveva parlato nei giorni scorsi dell’impossibilità di varare un provvedimento ad hoc per il calcio per prevedere una rateizzazione dei debiti con il fisco. Durante la pandemia con i provvedimenti a favore delle imprese si erano potuti sospendere questi pagamenti. Con la fine dello stato d emergenza ed il progressivo ritorno alla normalità il Governo non vuole concedere trattamenti di beneficio alle società di calcio rispetto alle comuni aziende. Il Presidente della Lega Casini continua però a lanciare il suo grido d’allarme.

Come spesso accade in questi casi il Presidente della Lazio Claudio Lotito, nonché vice Presidente della Commissione Bilancio al Senato sta cercando di fungere da mediatore ed ha presentato un emendamento una rateizzazione a costo zero con dei termini ben precisi e non dilazionati nel tempo. Un compromesso che dovrà essere oggetto di approvazione prima in commissione e poi in parlamento. Il tempo stringe in quanto il pagamento è previsto per il 22 dicembre, ma il termine ultimo per non far scattare sanzioni penali e sportive è il 16 febbraio. La Lega Calcio, infatti, spinge anche per avere uno “scudo penale” ma al momento le parti sembrano ancora dialogare per evitare problemi che potrebbero compromettere la credibilità di tutto il sistema calcio già messo a dura prova dalle indagini sulla Juventus.