fbpx

Lazio, Di Canio: “Milinkovic può fare la differenza ovunque. Stasera? Curioso…”

Manca poco alla sfida tra Juve e Lazio, gara che andata in scena all’Allianz Stadium alle 20 e 45. L’ex bandiera biancoceleste Paolo Di Canio ha parlato della sfida e della stagione della Lazio, giunta al giro di boa, alle colonne di Tuttosport. Ecco le sue dichiarazioni:

JUVE-LAZIO – «Sono curioso di vedere come va a finire, visto che la Lazio sta facendo benissimo e visto che la Juve era partita male, male, male ma poi ha ottenuto 5 vittorie che danno un senso al suo ritorno nelle zone alte di classifica. E sono curioso anche di vedere che tipo di partita verrà fuori. Lo dico con tutto rispetto, ma ho visto ad esempio Milinkovic Savic che nell’ultima partita trotterellava, saltellava, si fermava… Anche in Verona-Juve: abbiamo visto Allegri che si arrabbiava con Di Maria perché voleva che andasse in verticale, invece lui andava in linea. Un po’ lo ha fatto visto che è un maestro, però… Inutile chiedersi perché. Tra pochi giorni devono partire per il mondiale, farsi male adesso per un allungo in più. Però attenzione: il mio non è un attacco, io li capisco. Non è una cosa super-professionale, certo, ma credo che tutti noi nella stessa situazione faremmo lo stesso. Poi c’è il caso specifico e limite come Milik, che invece si sbatte in campo a prescindere nonostante gli infortuni che ha avuto, ma abbiamo visto giocatori che se possono si riposano. Non so cosa aspettarmi. La disputa sarebbe fantastica in una situazione normale. Così, sono curioso».

MILINKOVIC-SAVIC – «Milinkovic, soprattutto nel campionato italiano, con la sua tecnica, la sua fisicità, la sua qualità nella giocata libera, la sua altezza può fare la differenza. Vedendo
adesso il centrocampo della Juve, sarebbe il Pogba che è mancato finora. La mezzala che, se giochi con il 4-3-3, diventa tre quarti: è questa l’idea di Max, lui vuole uno più libero, vuole Rabiot che dà sostanza e va con la palla al piede e vuole un regista che detta i tempi. Anche
se sono convinto che se dovesse prenderlo, Allegri lo farebbe giocare un po’ più avanzato, lo vedrebbe negli ultimi 35 metri: non stazionando lì, però da mezzala. Penso che farebbe comodo. Sta facendo la differenza alla Lazio. Potrebbe farla anche alla Juventus. Potenzialmente…’

Michela Santoboni

Divento giornalista nel 2017 scrivendo di calcio, soprattutto di Lazio, in un sito che mi ha insegnato molto. La Lazio è la mia passione da sempre, ma soprattutto da quando a 8 anni mio padre mi porta in Curva Nord per la prima volta. Approdo a Noibiancocelesti.com nel luglio 2020, ed insieme ai colleghi affronto trasferte in tutt'Italia e in mezz'Europa. Finisco pure a Riyad, Istanbul, Mosca.

Michela Santoboni ha 1116 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Michela Santoboni