fbpx

Lazio, la gioia di Luka Romero: “Il gol? Emozione grandissima, lo avevo sognato così, la dedica va…”

Un Luka Romero euforico a fine gara dopo il primo gol in serie A che ha regalato alla Lazio i 3 punti contro il Monza.

Il giovane argentino ai microfoni di Sky ha dichiarato “Un’emozione enorme fare gol qua all’Olimpico con questa gente. Sono felice per i tre punti. Tutta la squadra mi dà consigli, sono felice per questo, mi supportano molto, mi sento bene qui. Luis Alberto è un amico speciale come Pedro e gli altri mi aiutano. Per me è importante la considerazione del mister. Stiamo lavorando bene e dobbiamo continuare così. Miglior regalo per i 18 anni? Questo è il miglior regalo del mondo! Voglio salutare mia mamma e mio fratello che sta al Mallorca. E’ una gioia molto grande”.

E’ toccato parlare davanti i microfoni di DAZN “È un’emozione molto grande fare gol davanti alla gente laziale. Lo avevo sognato più o meno così. Mi fa piacere che sia valso una vittoria. Sono molto felice perché tutti i compagni di squadra mi danno consigli per far bene. Quando entro in campo mi piace sentire ciò che mi dicono. Dobbiamo proseguire così e vincere domenica. È il miglior regalo per i miei 18 anni. Mando un saluto a mia madre e mio fratello che mi seguono da casa”.

Infine di fronte ai media ufficiali della società Luka Romero si è lasciato andare “Un’emozione molto grande. Sono contento perché è stata una gara difficile ma è arrivato il gol. Felice per questo e per la vittoria. Questa per me è un’emozione grandissima. La squadra mi aiuta tanto e li ringrazio. Il gol è anche per loro. Tifosi? È stata una grande emozione. I laziali mi aiutano tanto. Quando entro mi supportano e li ringrazio. Regalo per i 18 anni? Il gol con la Lazio è il più bel regalo. Spero di farne molti altri. Aiuto dei compagni? Pedro, Luis e Sergej mi danno consigli così come tutta la squadra. È importante per me. Un gol per la famiglia? Mi seguono sempre. La rete è anche per loro. Per mia mamma e mio fratello che sono a Maiorca. Sono tre punti fondamentali. Dobbiamo continuare perché tra poco c’è la Juventus”. 

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 6477 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione