fbpx

Feyenoord – Lazio, bicchiere di vetro contro due giornaliste: il gesto ignobile di un tifoso olandese

Lanciare un bicchiere di vetro contro una persona non è un bel gesto. Farlo all’interno di uno stadio di calcio è ancora peggio, ma se lo lanci dall’alto indirizzandolo contro due donne allora siamo oltre la vergogna. Questo è quanto accaduto ieri sera al De Kuip di Rotterdam al termine della gara. Un bicchiere di vetro da mezzo litro usato per contenere la birra è stato lanciato dalla soprastante area VIP della tribuna dello stadio all’indirizzo di due inviate del nostro sito sedute in trbuna stampa. Un gesto vile e sconsiderato che merita di essere censurato oltre ogni modo che si è materializzato al triplice fischio finale dell’arbitro. Una società quella olandese connivente con questi vigliacchi cui recapita cibo, alcool ed oggetti potenzialmente pericolosi. Quando la stupidità supera anche l’ubriacatura di gente senza coscienza la tragedia è dietro l’angolo. Un servizio d’ordine inesistente e l’incredibile voglia di nascondere non la polvere, ma dello sterco umano sottoil tappeto è stato il contorno ancora più deprimente cui abbiamo dovuto assistere quando abbiamo fatto sentire la nostra voce.

Per fortuna il caso ha voluto che non ci sono state conseguenze per nessuno, ma è stata solo una casualità. Rimaniamo increduli ma quello che possiamo fare e rendere noto l’accaduto senza peli sulla lingua come siamo abituati a fare. Non c’è solo un imbecille da condannare in questa storia, ma ce ne sono altri che con il loro comportamento hanno consentito che ciò accadesse. In primis la responsabilità maggiore va alla società Feyenoord che ha consegnato un’arma impropria all’interno di uno stadio di calcio ad un suo tifoso che però è soprattutto un olandese ignobile.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 6477 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione