fbpx

Lazio-Udinese, Sarri in conferenza: “O sistemano il terreno o la Lazio deve cambiare allenatore. Immobile nel 2023? Troppo pessimismo…” (VIDEO)

La Lazio affronta e pareggia contro l’Udinese dopo l’altro pareggio, quello contro il Graz in Europa League. I biancocelesti salgono a 21 punti, e condividono la terza posizione proprio con i bianconeri. Mister Sarri è intervenuto in conferenza stampa per parlare ai cronisti presenti della prestazione dei suoi. Queste le sue parole.

IMMOBILE

“Avere un vice Immobile che abbia dei numeri simili a lui la vedo dura. E’ un giocatore che è tra i migliori d’Europa. E’ chiaro che un minimo di ripercussione c’è sempre, è chiaro che per noi è un’assenza importante. 2023? Penso che ci sia troppo pessimismo, aspettiamo. Magari è un infortunio meno grave. L’idea magari te la fai male. Quando si parla di infortunio muscolare fino a che non c’è l’esame strumentale è difficile farsi un’idea”.

DIFESA, ROMAGNOLI E CASALE

“La solidità difensiva viene fuori dall’atteggiamento della squadra. Siamo sempre dentro la partita. Per vincere in questo momento contro di noi, ci devi battere. E’ più decisa ed aggressiva, l’atteggiamento dei giocatori mi fanno contentissimo. Nella terza partita in 6 giorni, l’Udinese è il peggior avversario possibile. Mi fa piacere che cambiando i centrali i risultati siano simili”.

VICE IMMOBILE

“Se fanno fare a me il calciomercato l’avevamo il Vice Immobile. E’ inutile fare tanti discorsi”.

MENTALITA’

“Penso che a livello di mentalità la squadra è cresciuta. L’anno scorso sotto di un uomo avevamo avuto grandi sbandamenti, ora siamo più dentro la partita. L’anno scorso è un difetto che è venuto in diverse occasioni. Stiamo facendo passi in avanti”.

CANCELLIERI

“Le caratteristiche sono diverse, quando si è fatto male Ciro il mio pensiero è stato quello di togliere ai loro difensori ogni riferimento. Se si pensa che Cancellieri possa fare quello che fa Immobile, è lontano dalla realtà”.

LO STADIO

“Non volevo perdere tanta fisicità, Vecino è un giocatore che ha acquisito esperienza, è pronto per fare anche quel ruolo. Rinunciare alla fisicità in un terreno simile è difficile. Nel riscaldamento ci siamo accorti che giocare palla a terra era impossibile. O la Lazio cambia allenatore, o ci rimettono a posto il terreno o si va a giocare in un altro stadio”.

LA CLASSIFICA

“Quando ti guardi indietro i rimpianti li hai sempre, i punti quelli buttati al vento sono stati a Genova. Io sono soddisfatto di quello che vedo più che dei punti. Vedo una squadra bella, tosta, cattiva, disposta al sacrificio”.

PROVEDEL

“Io avevo l’impressione che fosse un portiere di ottimo livello, sta sorprendendo positivamente. Maximiano non sta benissimo, ha difficoltà ad allenarsi e fa fatica. Io ero convinto che Provedel fosse un buon portiere, forse è qualcosa di più”.

VIDEO

Michela Santoboni

Divento giornalista nel 2017 scrivendo di calcio, soprattutto di Lazio, in un sito che mi ha insegnato molto. La Lazio è la mia passione da sempre, ma soprattutto da quando a 8 anni mio padre mi porta in Curva Nord per la prima volta. Approdo a Noibiancocelesti.com nel luglio 2020, ed insieme ai colleghi affronto trasferte in tutt'Italia e in mezz'Europa. Finisco pure a Riyad, Istanbul, Mosca.

Michela Santoboni ha 1116 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Michela Santoboni