fbpx

Fiorentina-Lazio, la conferenza di Sarri: “Dobbiamo ancora scoprire il nostro potenziale. Fuori c’è un’errata considerazione dei tifosi della Lazio…” (VIDEO)

La Lazio stravince a Firenze superando i viola per 4-0, confermandosi una squadra in crescita sia in attacco che in difesa. Terzo posto e terzo 4-0 consecutivo. Il tecnico della Lazio Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa per rispondere ai cronisti presenti. Queste le sue parole.

LA PARTITA

“Abbiamo fatto una buona partita abbiamo sofferto momenti della partita nella fase iniziale. Siamo stati bravi per una ventina di minuti, poi nel finale del primo tempo siamo stati troppo bassi. Nelle partite post Europa le squadre calano, nei minuti finali loro hanno avuto più difficoltà. La Fiorentina ci ha creato delle difficoltà, le casualità ci ha portato a vincerla con un risultato ampio. Appena scendiamo dal treno dobbiamo dimenticarci di questo risultato”.

SINDROME DEL GIOVEDI’

“Abbiamo più la sindrome di giovedì che quella di domenica. 5 squadre che stanno in Europa hanno punti in meno. In campionato stiamo facendo un buon percorso, è come se un maratoneta al 10 km pensasse che sta bene e può vincere. E’ presto. E’ un campionato anche strano, diviso in due tronconi”.

STADIO PIENO

“Penso sia inutile chiederlo, i tifosi della Lazio vengono in massa in trasferta e in casa. Stanno rispondendo alla grande. Io ho ripreso la voglia di allenare in questo ambiente, all’esterno c’è un’errata sensazione dei tifosi della Lazio. La civiltà con cui ti parlano i tifosi della Lazio non l’ho vista da nessuna parte. I facinorosi stanno dappertutto”.

MENO GOL SUBITI

“Non posso sentirmi responsabile solo delle partite in cui non prendiamo gol, lo sono anche di quella Lazio che ha preso 5 gol in Danimarca. Questo è un periodo buono. I danesi e gli austriaci non sono più forti della Fiorentina, ma lo sono molto più del nome che portano”.

MARUSIC

“Non l’ho rivisto, non so come sta. Domani il comunicato (ndr)”

MARCOS ANTONIO

“L’ho visto abbastanza bene, ma non può fare 90′. Cataldi ha avuto un problema durante la notte, stamattina ho parlato a Vecino e Luis Alberto di giocare centrali. Vecino è un ragazzo che ha energia mentale e fisica e la trasmette ai compagni, per noi sta diventando importante”:

POTENZIALE

“Questa squadra può ancora scoprire il suo potenziale, sarebbe bello andare a vedere chi siamo veramente. Bisogna vedere se siamo capaci o meno”.

VIDEO