fbpx

Sturm Graz-Lazio, la conferenza di Sarri: “Domani sera dobbiamo essere umili. Scudetto? Una cazzata alla quale Roma è specializzata” (VIDEO)

Domani la Lazio scenderà in campo di nuovo in Europa dopo la cocente sconfitta danese contro il Midtjylland. In Austria l’imperativo è vincere. Ad un giorno dal match, è intervenuto in conferenza stampa il tecnico Maurizio Sarri. Di seguito le sue parole.

Antidoto anti-distrazione

“La Lazio sta bene, ha fallito una partita per un pizzico di presunzione. Con il Feyenoord dopo aver vinto abbiamo pensato fosse facile invece in Europa non è così. Ne abbiamo pagato le conseguenze, ora dobbiamo venire qui e cercare di rimediare. Il primo aspetto è l’umiltà. Non è che se sbagli l’approccio a una partita vuol dire che la Lazio sta male”.

Soddisfazioni

“A me danno soddisfazioni le prestazioni dei giocatori. Quello che si dice fuori mi fa piacere ma mi interessa poco”.

Romagnoli

“Decidiamo per la partita di domani e vediamo cosa faremo a Firenze, questo momento non ci interessa. Lui viene da una stagione complicata, con problemi fisici. Calo anche muscolare, ha fatto un percorso per tornare nelle condizioni in cui è e durante in questo percorso non mi sembra il caso di metterlo a rischio. Sta raggiungendo un livello ottimo, valutiamo tutto con serenità domani mattina e poi nei giorni seguenti”.

Lavoro

“Siamo all’inizio, un po’ più avanti dal punto di vista tattico. Sulla mentalità abbiamo ripreso da zero, stiamo cercando di crescere. La più grande cazzata che i giocatori potrebbero fare è ascoltare queste voci sullo Scudetto. Purtroppo Roma è specializzata in questo. Noi dobbiamo fare un percorso, per essere competitivi, non vincenti. Pensiamo a domani sera, perchè sarà una partita tosta e poi penseremo alla prossima”.

La rosa competitiva

“In questo momento non piò esserlo su tutti i fronti”.

Immobile

“Non so se riposerà. I primi che farei riposare sono quelli che hanno fatto 95′. Ciro in allenamento non mi sembrava avere nessuna problematica”.

Pedro e Gila

“Pedro ha fatto l’inizio di stagione senza continuità, né in partita né in allenamento. E’ chiaro che lo stiamo aspettando. E’ per noi importantissimo. Gila è un ragazzo giovane, non è stato presentato nella maniera giusta. Giocava nel Castilla, non nel Real Madrid. Sta facendo un percorso straordinario, grande personalità e doti fisiche. Secondo me è bravo anche tecnicamente. Chiaramente ha un percorso da fare dal punto di vista tattico, la linea difensiva sta facendo meglio dello scorso anno. Nelle ultime partite comunque di difetti ne ho visti abbastanza”.

Michela Santoboni

Divento giornalista nel 2017 scrivendo di calcio, soprattutto di Lazio, in un sito che mi ha insegnato molto. La Lazio è la mia passione da sempre, ma soprattutto da quando a 8 anni mio padre mi porta in Curva Nord per la prima volta. Approdo a Noibiancocelesti.com nel luglio 2020, ed insieme ai colleghi affronto trasferte in tutt'Italia e in mezz'Europa. Finisco pure a Riyad, Istanbul, Mosca.

Michela Santoboni ha 1116 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Michela Santoboni