fbpx

Lazio – Feyenoord, Maurizio Sarri: “Arbitri? Lo rifarei per i giocatori e per il popolo laziale. Europa fondamentale per la crescita” – VIDEO

A Formello è tempo di vigilia della gara di Europa League e come di consueto il tecnico della Lazio Maurizio Sarri ha tenuto la consueta conferenza stampa di presentazione in vista della partita contro il Feyenoord.

AMBIZIONI EUROPEE

“L’ambizione è una, senza pensare al lungo periodo. Per primo dobbiamo pensare al passaggio del turno evitando i playoff che mi sembrano molto insidiosi con le squadre che scendono dalla Champions. La gara di domani è importantissima sulla carta, ma in Europa tutte le partite sono difficili”. 

FORMAZIONE DI DOMANI

“Non ho nessun interesse nel far vedere qualche giocatore nuovo. Io li vedo tutti i giorni in allenamento ed ora si entra in una fase dove c’è una più forte necessità di fare qualche cambio”.

CANCELLIERI

“Viene da una storia personale in cui ha fatto sempre l’esterno. Noi lo utilizziamo anche in quel ruolo ed in allenamento prova più da attaccante. Ha una gamba eccezionale con accelerazioni forti ed è un ragazzo che se riesce a calarsi nel ruolo può fare bene anche da attaccante. Non ho grandi dubbi”.

ARBITRAGGIO NAPOLI

“Quello che è successo in queste partite lo hanno visto tutti ed io come responsabile ho l’obbligo di difendere i calciatori, la società ed il popolo laziale. Lo rifarei tutta la vita e penso che quest’anno il mio avvocato avrà parecchio lavoro”.

FEYENOORD

“E’ una buona squadra che ha una grande qualità di palleggio. Non è una squadra nordica perchè hanno grandi qualità tecniche. Dietro l’attaccante Danilo che è molto bravo hanno 3 trequartisti mancini di ottimo livello. Hanno fatto una finale di una competizione europea e sono ad un passo dall’Ajax e stanno facendo bene da tanto tempo”:

CATALDI

Nel calcio ci sono giocatori che hanno una maturazione più lenta di altri e Danilo è uno di questi. Gioca in un ruolo dove serve esperienza di ruolo e se non giochi 30 partite consecutive non riesci ad interpretarlo nella maniera giusta. Deve salire un pizzico dal punto di vista fisico perchè se va ad altissima intensità non ha grande durata, ma in questa stagione sta migliorando anche in questo”.

EUROPA LEAGUE

“Lo scorso anno abbiamo fatto un buon girone che era molto equilibrato e non siamo arrivati primi perchè non abbiamo vinto l’ultima gara. Non penso che abbiamo fatto male in Europa ed anche con il Porto abbiamo fatto due partite di livello contro una squadra forte. Non siamo in un momento della stagione dove possiamo prediligere una competizione rispetto ad un altra se verrà più avanti di scegliere speriamo sia il più tardi possibile perchè vuol dire che siamo in ballo su tutto”:

VECINO CENTRALE

“Può fare il centrale ma si deve avere una specificità. E’ chiaro che in alcuni momenti in cui c’è meno necessità di palleggiare come contro il Napoli lo può fare. Al momento lo teniamo come carta di riserva a gara in corso in quel ruolo”.

TRE IMPEGNI A SETTIMANA

“Dal punto di vista fisico non abbiamo fatto la migliore prestazione con il Napoli per i numeri. Si è creata una problematiche di distanze perchè eravamo distanti dal pallone quando dovevamo andare a coprire le corse erano molto lunghe e diventavano corse dispendiose e poco efficaci. Abbiamo dato la sensazione di andare in gestione della partita con molto tempo da giocare. Avrei preferito prendere 1-1 in contropiede sinceramente. Spero di esser migliorati rispetto alla scorsa stagione anche perchè penso che lo scorso anno abbiamo pagato più dal punto di vista mentale che fisico l’impegno in Europa. L’Europa League è una manifestazione infattibile in cui quest’anno si giocano 4 partite in un mese quindi i momenti di riposo si ridurranno. L’anno scorso ingiustamente non abbiamo mai giocato di lunedì mentre quest’anno non si potrà fare per impossibilità. Non ci sono alibi anche perchè in una stagione ci saranno solo 5 partite in cui sei in condizioni ottimali e la squadra deve concentrarsi per fare bene in ogni condizione”.

IMPORTANZA EUROPA LEAGUE PER LA CRESCITA

“Ho anche il record di imbattibilità di 23 partite in Europa. Andare a confrontarsi a livello Europeo è sempre importante. Non bisogna dare niente per scontato e non dobbiamo pensare di essere superiori ai campionati esteri. Ci sono squadre che in Europa si esaltano mentre le italiane non lo fanno di solito. E’ fondamentale l’Europa per far crescere una mentalità di un ambiente, di una società e di una tifoseria”

FORMA GRUPPO

“Non sono preoccupato per la forma della squadra. I dati sono di altissimo livello e sono superiori della scorsa stagione e stiamo migliorando anche in accelerazione e punte di velocità. Rispetto allo scorso anno dobbiamo crescere dal punto di vista mentale e non fisica”.

ROMAGNOLI

“Sta bene e domani si è allenato regolarmente con noi e se ha fatto dei controlli li ha fatti di routine e non per un problema”.

VIDEO