fbpx

Lazio-Inter, la conferenza di Sarri: “L’obiettivo è la continuità. Arbitraggio? Non l’ho capito. Poi su Felipe Anderson e Luis Alberto…” – VIDEO

La Lazio stravince contro l’Inter con un netto 3-1, esattamente come l’anno scorso. La squadra di Sarri trascorrerà una notte in vetta alla classifica in attesa delle gare di domani e domenica. Il tecnico biancoceleste è intervenuto in conferenza stampa per rispondere alle domande dei cronisti presenti.

LA GARA

“Abbiamo la sensazione che possiamo passare indenni anche i momenti in cui siamo in difficoltà. L’anno scorso non era così. Le grandi difficoltà difensive sono arrivate dalla loro fisicità”.

FELIPE ANDERSON

“A livello di continuità di applicazione lo vedo diverso. Lavora bene, dà apporto alla squadra in fase difensiva, penso che abbia preso la quadra”.

SORTEGGIO EUROPEO

“Non ci ho neanche pensato, il Feyenoord è una buona squadra, il resto non le conosco moltissimo. Il Midtjylland è una squdra che sta tirando fuori giocatori importanti, vedremo quando sarà il momento. Ora pensiamo a preprare la gara di Genova che non sarà semplice. La vittoria di oggi ci da tre punti, non sei, ci deve dare solo inerzia positiva ma domani mattina ci si deve allenare per la prossima gara. Da mercoledì si torna a giocare ogni tre giorni, al calcio usa e getta, al calcio moderno che a me non piace”.

CANCELLIERI

“Cancellieri l’ho messo apposta per le ripartenze, però finiva sempre dentro il campo e mai in fase difensiva. Mi sono arrabbiato per quello non perchè è andato al tiro”.

ARBITRAGGIO

“Il metro non l’ho capito nemmeno io, anche nel primo tempo c’erano estremi per qualche ammonizione. Al primo fallo noi abbiamo preso il giallo. A me sembra un rigore da fischiare, c’è una situazione a 3 centimetri dall’area di rigore. Non so che dirti, abbiamo fatto la riunione con l’arbitro e abbiamo cercato di essere più buoni”.

APPLICAZIONE

“La squadra ha fatto qualche gara di altissimo livello anche l’anno scorso, come quella con l’Inter o a Firenze contro la Fiorentina. Vediamo se quest’anno riusciamo a trovare quel qualcosa che ci è mancato l’anno scorso. La sensazione è che stiamo crescendo e l’applicazione dei ragazzi è straordinaria”.

LUIS ALBERTO

“Luis Alberto è entrato con una determinazione feroce e ha fatto benissimo, non solo per il gol. Nel momento in cui ho avuto la sensazione che l’intensità del centrocampo dell’Inter fosse in flessione ho messo giocatori più leggeri e tecnici”.

LAZIO PIU’ SUA

“la squadra ha fatto qualche partita di alto livello anche l’anno scorso, vediamo se riusciamo a trovare qualcosa in più rispetto all’anno scorso. Sembra che stiamo crescendo, il livello di applicazione dei ragazzi è straordinario. Siamo come al maratoneta che è al quarto km”.

CRESCITA

“Un po’ è caratteriale, un po’ è un luogo comune. Anche l’anno scorso ne ribaltavamo tante. Sembra in crescita la capacità di attraversare indenne i momenti di difficoltà. ‘Secondo me siamo diventati più ordinati dal punto di vista tattico e mentale e quindi sembra in crescita la capacità di attraversare indenni i punti critici della partita. Io voglio continuità, la partita singola la spara chiunque, in tre mesi poche, in sei mesi quasi nessuna”.