fbpx

Lazio – Inter, la conferenza stampa di Maurizio Sarri – VIDEO

Nel quartier generale di Fomrello è andata in scena la conferenza stampa di Maurzio Sarri.

INTER CON IL MIGLIOR ATTACCO LA LINEA DIFENSIVA

“Riduttivo pensare alla linea difensiva, affrontiamo una squadra forte tecnicamente e fisicamente. Dipenderà da tutta la squadra, ma siamo ad un livello superiore e spero che la squadra sarà in grado di confermare quanto di buono fatto nelle prime due giornate. L’altezza dell’Inter è pericolosa non solo per non ma per tutta la serie A hanno giocatori fisici in area e giocatori che fanno partire bene il pallone”.

TOURNOVER

“Non faccio rotazioni programmate, ma le faccio in base alla stanchezza di certi giocatori. Penso che le rotazioni verranno naturali con giocatori acciaccati e stanchi. Non penso a quello che potrà succedere tra 10 giorni. Inutile guardare più in là e pensiamo partita dopo partita”.

INTER FAVORITA

“E’ una delle grandi favorite per lo scudetto con valori assoluti elevatissimi come lo scorso anno con difensori e centrocamapisti di livello e con attaccanti che nemmeno dobbiamo parlare. Lo hanno perso per dettagli ma credo che saranno protagonisti della stagione”.

INZAGHI

“Era già alla Lazio uno dei migliori allenatori d’Italia. Adesso allena una squadra potenzialmente più forte e quindi entrerà di un numero ancora più ridotto”.

EVOLUZIONE TATTICA CON FISICITA’

“Gli uomini che ho a disposizione mi determinano le scelte. Se volessi fare quello che facevo a Napoli sbaglierei. Li avevo una squadra con grandi doti di palleggio che questa squadra non ha e dobbiamo andare su altre soluzioni. Poi ci sono gli attaccanti che determinano il modo di giocare. Noi abbiamo un attaccante fortissimo in area e forte nell’attacco della profondità e dobbiamo tenerne conto”.

PRONOSTICO

Nelle due gare dello scorso anno abbiamo dimostrato di poterci stare dentro che poi loro hanno qualcosa più di noi è evidente, ma nella partita singola possiamo fare bene”.

CALENDARIO

“Ci daranno solo degli indizi e dei segnali. Siamo nelle condizioni di un maratoneta che deve fare ancora 38 km quindi non possiamo arrivare all’arrivo dopo 5 km”.

ATTACCO

“Ci può mancare un può di brillantezza fisica negli uomini che ci fanno la differenza nella fase offensiva, ma è normale. Ci sono ruoli d’applicazione e ruoli in cui se la gamba va a 31 piuttosto che a 32 fa la differenza. A Torino abbiamo creato 6 occasioni, mentre lo scorso anno eravamo una squadra che concretizzava tantissimo. Ci manca di concretizzare e può darsi che dipenda da un pò di brillantezza fisica che ci manca”.

TERZINO SINISTRO

“Non devo sceglierlo io il terzino sinistro c’è chi lo fa di lavoro. Sono preoccupato per voi perchè tra 5 giorni che non so di cosa parlerete se non di calciomercato”.

CANCELLATO INZAGHI

Non si può cancellare nessuno. Inzaghi va ricordato sempre ed il mio compito non è di cancellarlo. Io devo fare risultati e farmi volere bene dai tifosi della Lazio.

FELIPE ANDERSON

“Penso che una buona applicazione difensiva non posssa farti perdere brillantezza in fase offesniva. Sicuramente farà le sue partite a livello eccezionale, ma sono contento che quando non le fa si rende utile in altra maniera”.

BASIC

“Con il Bologna è stata una scelta tattica, ma le prestazioni del ragazzo non c’entrano con la sostituzione. Ha iniziato la stagione con il piglio giusto ed è cresciuto a livello di personalità e d’iniziativa. Il periodo che doveva pagare per adattarsi al campionato lo ha già fatto”.

GOL DELLO SCORSO ANNO

“Mi aspetto una Lazio incazzata. Il gol dello scorso anno è regolare anche dal punto di vista morale. Sarebbe bastato che loro non avessero tirato in porta. Quello che farà l’Inter non mi interessa perché non lo posso determinate”.

MOSSA A SORPRESA

“Non mi aspetto mosse perchè secondo me sono ca…, perchè se metti un giocatore lo fai con logica. Mi aspetto Gagliardini nella zona di Milinkovic”.

VECINO

“Ha fatto una partita ordinata ed ha fatto benino, ma può fare di più. Ha fatto una preparazione da solo e per forza di cose deve ancora crescere”.

CONFERENZA STAMPA INTEGRALE