fbpx

Lazio – Bologna, le probabili formazioni: i dubbi di Sarri e Mihajlovic

A poche ore dall’esordio in campionato tra Lazio – Bologna Sarri e Mihajlovic devono sciogliere ancora gli ultimi dubbi in ordine agli undici che inizieranno la gara.

Il tecnico biancoceleste dovrà fare a meno del suo uomo di fiducia Pedro, che non si è mai allenato questa settimana ed il suo posto verrà preso da Zaccagni. Per il resto le altre scelte sembrano pressoché fatte con i soli volti nuovi in campo di Maximiano e Romagnoli. L’estremo difensore è incalzato da Provedel che ha detta di Sarri si è inserito bene in questa settimana. Altro ballottaggio che Sarri si porterà fino alla fine è quello tra Basic e Luis Alberto che sembra in ascesa. Ipotesi staffetta tra Cataldi e Marcos Antonio.

In casa felsinea Mihajlovic avrà a disposizione Arnautovic su cui la società al momento ha bloccato il passaggio al Manchester United. L’austriaco farà coppia in attacco probabilmente con Sansone, mentre Barrow ed Orsolini partiranno dalla panchina. In campo da primo minuto il neo acquisto Cambiaso che agirà sulla fascia sinistra. In difesa invece oltre a Medel ci saranno Soumarò e Bonifazi. Mihajlovic ha poi spiegato che giocherà con la difesa a 3 per dare più copertura visto che la squadra è ancora incompleta.

PROBABILI FORMAZIONI

LAZIO (4-3-3): Maximiano; Lazzari, Patric, Romagnoli, Marusic; Milinkovic, Cataldi, Basic; Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni. A disp.: Provedel, Adamonis, Hysaj, Gila, Kamenovic, Radu, Vecino, Marcos Antonio, Luis Alberto, Bertini, Luka Romero, Cancellieri, Raul Moro. All.: Sarri.

BOLOGNA (3-4-1-2): Skorupski; Bonifazi, Medel, Soumaoro; Cambiaso, Schouten, Dominguez, De Silvestri; Soriano; Arnautovic, Sansone. A disp.: Bardi, Bagnolini, Amey, Angeli, Kasius, Lykogiannis, Mbaye, Motolese, Aebischer, Urbansky, Orsolini, Barrow, Raimondo, Vignato. All.: Mihajlovic.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 6043 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione