fbpx

Lazio, Lazzari: “Primo obiettivo è incassare meno gol, spero di potermi migliorare…”

Sta per iniziare un campionato anomalo, cosa ti aspetti da questa stagione? 

“Sarà un campionato particolare, a novembre ci fermeremo e non sapremo quale sarà la condizione fisica dei calciatori quando riprenderemo. Sarà tutto una novità, quindi mai come quest’anno sarà fondamentale partire bene, dare il massimo e fare più punti possibili fino alla sosta”.

Arriva il Bologna, che gara sarà? 

“Loro sono fisici, mettono tanta intensità in ogni partita. Dovremo essere bravi a far girare velocemente la palla ed avere molta pazienza perché il Bologna si sa chiudere molto bene con 5 difensori. Sarà difficile ma sarà la prima stagionale in casa davanti ai nostri tifosi e speriamo di potergli regalare subito una vittoria”.

Assist ed infortunio nell’ultima partita contro il Bologna, hai capito quel giorno di poter fare la differenza anche da terzino in una linea a 4? 

“Si, anche se ce ne sono state tante altre. Mi viene in mente anche quella contro il Sassuolo e qualcuna nella gara di andata. Sapevo di poter fare quel ruolo, dovevo solo ambientarmi un po’ e lavorare un paio di mesi per imparare una nuova posizione mai occupata prima in carriera. Mi ci è voluto un po’ più di tempo del previsto però ora sono contento di giocare in questo ruolo perché mi piace tanto e spero di potermi migliorare ancora”.

Due gol di fila alla prima stagionale e record personale con 3 reti lo scorso anno: ora quali sono gli obiettivi?

“Sicuramente vorrei sempre migliorarmi, quest’anno ad esempio mi piacerebbe farne 4. Però il primo obiettivo è quello di incassare meno reti perché lo scorso campionato ne abbiamo prese troppe. Quindi da terzino mi concentro prima sulla fase difensiva, poi se viene anche
qualche gol meglio ancora”.

Tanti grandi terzini e quinti in questa Serie A, è il momento più alto a livello di qualità? 

Si, ce ne sono tanti è vero, tra terzini e quinti. Non so se ci sia mai stato un livello cosi alto prima però questo è anche un motivo in più per migliorarsi e fare meglio ogni giorno”.

Lazio

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 6043 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione