fbpx

Lazio, polveri bagnate anche con il Real Valladolid: Bene Marcos Antonio e Gila

Ad una settimana dall’inizio del campionato la Lazio non va oltre il pareggio nel Trofeo Città di Valladolid. I padroni di casa hanno menato le danze nel primo tempo con un pressing uomo contro uomo a tutto campo che ha disinnescato le velleità offensive dei biancocelesti. Nessun tiro in porta e poche idee hanno fatto da contorno ad una buona tenuta difensiva che è stata messa a repentaglio solo da due palloni persi da Milinkovic che hanno creato altrettante occasioni per il Real Valladolid. La traversa colpita da Sergio Leon sul finire di primo tempo è stata però l’ultimo sussulto degli spagnoli che nella ripresa non hanno cerato più nulla. La Lazio è cresciuta con il passare dei minuti soprattutto grazie all’ingresso di Marcos Antonio che si è fatto subito notare per alcune giocate. Positivo anche il nuovo arrivato Gila che subentrato a Patric ha giocato una buona mezz’ora di gioco mettendo in mostra delle doti di aggressività e fisicità che mancavano nel reparto arretrato. La Lazio però ha pagato la giornata abbastanza opaca dei suoi big Milinkovic, Immobile e Felipe Anderson sono sembrati spenti ed ancora imballati. Lo sterile predominio territoriale ha portato ad una buona occasione per Basic ed un paio di situazioni per Immobile che non le ha sfruttate a dovere.

L’epilogo ai calci di rigore premia i ragazzi di Ronaldo il Fenomeno che dagli spalti ha potuto ammirare le quattro reti senza errori dal discetto. Per la Lazio invece decisivi gli errori di Milinkovic e Vecino.

LAZIO (4-3-3): Maximiano; Lazzari, Hysaj (dal 78′) Patric (Gila dal 58′), Romagnoli (Casale dal 78′), Marusic; Milinkovic, Cataldi Marcos Antonio (dal 58′), Basic Vecino (dal 58′); Felipe Anderson, Immobile Cancellieri (dal 80′), Pedro (Zaccagni dal 46′). A disp.: Adamonis, Furlanetto, Casale, Gila, Radu, Kamenovic, Hysaj, Vecino, Marcos Antonio, Kiyine, Bertini, Romero, Cancellieri, Zaccagni, Raul Moro. All.: Sarri.

RIGORI

Javi SanchezGOL

Zaccagni – GOL

Olaza – GOL

Milinkovic – FUORI

Sanchez -GOL

Vecino – PARATO

El Yamiq – GOL

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5726 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione