fbpx

Lazio, la conferenza di Luis Maximiano: “Non mi sento titolare, Sarri mi chiede molto di…”

L’ultimo ad essere presentato in ordine cronologico in conferenza stampa è il portiere Luis Maximiano. Anche in questo caso in precedenza prende la parola il Direttore Sportivo Igli Tare “Come sappiamo tutti la vicenda del portiere è durata a lungo. Luis era uno dei due obiettivi a cui avevamo dato priorità per portarli qui. Rispecchi la filosofia della nostra squadra perchè bravo con i piedi e altrettanto con le mani. Nella Liga era un portiere di valore considerato tra i top 3 o 4 del campionato. Colgo l’occasione per fare gli auguri per la nascita del figlio e speriamo che la sua esperienza nella Lazio sarà molto entusiasmante e positiva”.

PRIMO PORTIERE PORTOGHESE ALLA LAZIO

“Per me è un piacere stare qui ed essere il primo portiere portoghese della Lazio. C’è una prima volta per tutto. Sono molto entusiasta per una storia che sarà bella per tutti. Sono orgoglioso che ci sono stati altri portoghesi che hanno fatto bene qui e spero di seguire queste orme”.

ASPIRAZIONI ALLA LAZIO

“Il portiere in Italia c’è molto da imparare e sono venuto qui perchè qui si allena molto la tecnica”.

INTERESSE DELLA LAZIO

“Non seguo molto le notizie di calciomercato. Solo quando il mio agente mi ha presentato l’offerta della Lazio ed ho detto immediatamente si perchè è una grande opportunità ed il sogno di molti.

Luis Maximiano

PREPARAZIONE

“Ci sono sicuramente differenze tecniche e d’interpretazione nella gestione del ruolo del portiere rispetto all’estero. Sto lavorando per imparare e spero di non metterci molto tempo”.

DERBY CON RUI PATRICIO

“Al derby non voglio pensarci perchè voglio pensare giorno per giorno”.

PARATA A CUI SEI PIU’ LEGATO

“Non c’è una parata più importante perchè tutte rispecchiano il lavoro che si fa giorno per giorno, indipendentemente dall’avversario e dalla partita”.

TI SENTI TITOLARE

“Non penso di avere il posto garantito per cui devo lavorare ogni giorno altrimenti gli altri ti superano. Nessuno si dovrà sentire titolare”.

FIGLIO MATIAS FARA’ IL PORTIERE

“E’ un momento molto felice per me e la mia famiglia perchè è nato da due giorni. Mi piacerebbe che fosse portiere come me ma deciderà lui la sua strada”.

PORTIERI A CUI TI ISPIRI

“Il portiere italiani sono stati sempre forti nella storia del calcio. Per me Buffon è dei portieri recenti quello con cui sono cresciuto. Non ho un portiere a cui mi ispiro ma cerco di prendere le migliori caratteristiche di tutti i portieri e fare un mio stile”.

GIOCARE CON I PIEDI

“Me lo sta chiedendo molto ed è una differenza nel gioco rispetto a quello che facevo con il Granada. La palla passa molto spesso per i piedi del portiere durante la circolazione del gioco”.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 6480 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione