fbpx

Lazio, l’avvocato Pimenta (Ag. Romagnoli): “Era tutto fatto dopo l’incontro con Lotito con cui stiamo parlando di altri due progetti…”

Ai microfoni di RadioSei è intervenuta l’avvocato Rafaela Pimenta che dopo la morte di Mino Raiola ha preso in mano le redini di tutta la scuderia di calciatori. L’agente che cura gli interessi di Alessio Romagnoli ha raccontato alcuni dettagli sulla trattativa per portare a Roma il difensore. Decisive in questo caso sono state la volontà del calciatore e la capacità persuasiva di Lotito.

LA VOLONTA’ DI ROMAGNOLI

“La trattativa Romagnoli alla Lazio è stata dura e bellissima. Quasi mai capita che un giocatore sia un tifoso. E’ stata un’esperienza positiva, molto bella. Alessio avrebbe potuto prendere decisioni diverse. Andare in Spagna o in Premier. Ha scelto la Lazio per i tifosi, per la maglia e per il rapporto con il presidente Lotito e per il centro sportivo. Il suo cuore gli ha detto di andare a Roma ed il presidente Lotito ha fatto di tutto perchè ciò si avverasse. Ha veramente voluto vincere questa partita e questa gara per il bene della Lazio. Faccio questo lavoro da oltre 22 anni ed un giocatore con tanta passione come Romagnoli non mi è mai capitato. Mi diceva che voleva andare alla Lazio e non a Londra per il rapporto con i tifosi, per la sua fede calcistica”.

LA TRATTATIVA CON LOTITO

“Ci sono state difficoltà nella trattativa. Un calciatore deve fare una valutazione economica e ad un certo punto ci siamo posti degli interrogativi. Lì è Lotito che è stato bravo. Ha parlato molto con Romagnoli e lo ha convinto anche sulla qualità della vita che lo avrebbe aspettato alla Lazio. Era tutto fatto dopo l’incontro tra Alessio e Lotito e lì non c’è stato più nulla da fare. In quel momento sarebbe stato impossibile fare altro. Alla fine credo che sia stata la scelta giusta. Se non sei felice difficilmente fai bene come calciatore.

IL RETROSCENA

“Lotito per convincere Alessio ci ha mostrato una foto del posto auto per parcheggiare la macchina. Presidenti così presenti non se ne trovano in giro molti. Stiamo parlando con Lotito di due altri progetti diversi vediamo se le cose andranno bene”.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5636 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione