fbpx

Lazio, Nenci: “Maximiano ha buoni piedi, deve migliorare tempistica e visione di gioco…”

Ad Auronzo di Cadore prosegue il ritiro della Lazio con la squadra che anche oggi all’indomani della gara contro la Triestina ha lavorato sulla parte atletica. Ai microfoni di Lazio Style Channel ha parlato al termine della sessione mattutina il preparatore dei portieri di Sarri Massimo Nenci.

I PORTIERI

“La squadra sta lavorando molto bene. Quello che più mi sta colpendo è l’entusiasmo che ci mettono, sono tutti ragazzi speciali e non c’è invidia tra loro. C’è un’atmosfera positiva. Adamonis è quello che mi sta dando più soddisfazioni. E’ cresciuto molto, è migliorato negli aspetti minimi ed è pronto a giocare e dimostrare quel che vale anche fuori dalla Lazio. Furlanetto invece deve ancora migliorare e sta lavorando seriamente. E’ bravo si dà da fare e cerca di rubare con gli occhi dagli altri. Anche Marco Alia sta crescendo molto anche perchè sta giocando con gli uomini, non è più un Primavera. L’abbiamo visto ieri, è migliorato molto, l’ho visto bene. Maximiano l’avevamo visto solo in video, ma ha delle buoni doti. Bisogna aspettare per dare un giudizio. Si sta allenando bene ma deve capire come si gioca in Italia. Luis ha buone doti e speriamo di vederle in campionato. Maximiano si allena diversamente dagli altri, ha buoni piedi, ma deve migliore su tempistica e visione di gioco“. 

IL LAVORO IN RITIRO

“Noi lavoriamo sempre in differenziato con i portieri e poi li raggruppiamo per finire insieme agli altri. Adamonis e Maximiano lavorano molto sulla linea difensiva, è importante per i tempi da gioco e per partire dal basso come vuole Sarri. Cerchiamo comunque di lavorare separatamente. Sentire l’affetto e il calore della tifoseria così calda per un portiere nuovo è determinante, deve sentire il calore di tutti per rendere nel miglior modo possibile. Ho avuto fortuna di allenare in Inghilterra, e così possiamo capirci in allenamento con gli altri. E’ importante che ci siano molti giocatori che parlano tutti la stessa lingua. Il mio obiettivo è abbastanza ambizioso, cerchiamo di migliorare il posizionamento dell’anno scorso e questo sarebbe un successo indescrivibile”.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5637 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione