fbpx

Lazio – Triestina 3-1: apre Immobile chiude Bertini, esordio per Romagnoli

LAZIO – TRIESTINA 2-1 25′ Immobile rig., 62′ Basic, 65′ Gomez, 39′ Bertini

FORMAZIONI

LAZIO PRIMO TEMPO (4-3-3) – Maximiano; Lazzari, Patric, Romagnoli, Hysaj; Milinkovic, Marcos Antonio, Luis Alberto; Zaccagni, Immobile, F. Anderson.

LAZIO SECONDO TEMPO (4-3-3) – Maximiano (60′ Adamonis); Marusic, Gila, Casale, Radu; Basic, Cataldi, Milinkovic (60′ Bertini); Romero, Cancellieri, Pedro.

TRIESTINA PRIMO TEMPO (4-4-2) – Mastrantonio; Ghislandi, Riccardi, Sabbione, Sarzi Puttini; Furlan, Crimi, Ala-Myllymaki, Rocchetti; Adorante, De Luca. 

PRIMO TEMPO

Nella terza uscita stagionale la Lazio di Maurizio Sarri s’impone contro la Triestina per ___ . Per la prima volta il tecnico toscano lancia tra i titolari il neo acquisto Romagnoli che va a fare coppia al centro della difesa con Patric. Anche a centrocampo per la prima volta vengono schierati contemporaneamente Marcos Antonio, Milinkovic e Luis Alberto. Gara che vive su ritmi non certo vertiginosi con la Lazio a menare le danze anche se le occasioni stentano ad arrivare. Un paio di conclusioni da fuori di Marcos Antonio e Luis Alberto non sortiscono alcun effetto fino ad arrivare al minuto 25′ quando Immobile si procura un calcio di rigore per fallo commesso da Sarzi. Sul dischetto va il bomber che stavolta, contrariamente a quanto accaduto nell’amichevole contro il Dekani, realizza e porta in vantaggio la Lazio. Proprio Immobile avrebbe la palla per raddoppiare allo scadere del primo tempo ma sulla linea di porta Ghislandi salva il tiro a botta sicura del bomber.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa Sarri cambia tutti gli elementi ad eccezione del portiere Maximiano e di Milinkovic. Dopo 3′ minuti Marusic va vicino al raddoppio ma il suo destro si spegne sulla traversa a Mastrantonio battuto. Poco più tardi ci prova Milinkovic con un destro al volo che finisce fuori di poco tra gli applausi dei tifosi biancocelesti. Al 62′ arriva il raddoppio con Basic che finalizza una bella azione sulla fascia desra di Luka Romero che si accentra e scarica per Cancellieri che vede il movimento del croato e lo libera a tu per tu con l’estremo difensore dei friulano che non può nulla sul suo sinistro morbido. Nemmeno il tempo di esultare che al 65′ Gomez direttamente da calcio piazzato batte Adamonis dimezzando lo svantaggio. All’83’ è il neo entrato Bertini che caparbiamente prende palla dal limite dell’area di rigore e batte a rete, dopo una prima respinta il pallone gli si piazza ancora sul destro che scarica a rete realizzando la terza rete biancoceleste.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5628 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione