fbpx

Lazio, Lazzari: “L’obiettivo è la Champions League…”

Ai microfoni di Sky Sport ha parlato il laterale destro della Lazio Maniel Lazzari che ha spiegato le difficoltà di adattamento della scorsa stagione “Sapevo sin dall’inizio che la scorsa stagione sarebbe stata di transizione. Dovevo imparare un ruolo nuovo che non avevo mai ricoperto prima. I primi tre quattro mesi sono stati molto impegnativi, poi però nella seconda parte dell’anno ho fatto vedere dei progressi. Ho finito l’anno nel modo migliore. Spero anche quest’anno di riprendere da dove ho finito per aiutare la squadra”.

RAPPORTO CON SARRI

“Ho sempre creduto fortemente di poter fare questo ruolo confrontandomi anche col mister. I primi mesi sono serviti soprattutto per imparare i meccanismi della linea difensiva. Dovevo imparare a capire quando salire e quando scendere. Forse ho impiegato qualche mese in più però alla fine i risultati li ho visti, raccogliendo ciò che ho seminato”.

NAZIONALE

“La Lazio e la nazionale hanno due stili di gioco completamente diversi, in particolare nella fase difensiva. Giocando entrambe con una linea di quattro potrebbe essere tutto più facile”.

LA LAZIO

“Siamo solo all’inizio della stagione ma credo che la società ha fatto tanti acquisti. Attualmente siamo la squadra che ha fatto più acquisti in Serie A e sicuramente altri ne arriveranno. C’è molta fiducia, c’è grande entusiasmo e dobbiamo continuare cosi. Dobbiamo seguire il mister e sono sicuro faremo meglio dello scorso anno. L’obiettivo dichiarato è la Champions League che vorrebbe dire migliorare il piazzamento dello scorso anno. Nonostante le tante difficoltà lo scorso anno abbiamo centrato il quinto posto che non è stato male. Sappiamo che ci sono cinque sei squadre che lotteranno con noi. Per questo motivo dovremo partire subito bene e mantenere una continuità durante l’anno. I sei punti di differenza tra noi e il quarto posto dello scorso anno sono dovuti soprattutto ai primi mesi della stagione dove abbiamo avuto tanti alti e bassi. Abbiamo giocato una partita bene e l’altra no e questo è stato complicato. Nella seconda parte invece abbiamo trovato ritmo e pochi alti e bassi, ripartiremo sicuramente da qui”.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5628 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione