fbpx

Lazio, Luka Romero: “Spero di partecipare ai Mondiali, ascolto Sarri tutti i giorni

Ai microfoni di Lazio Style Channel ha parlato al termine dell’allenamento pomeridiano il giovane Luka Romero. Il giovane argentino hai cominciato a parlare del lavoro svolto finora.

“Mi sto allenando bene e con tanto impegno, sono emozionato in vista della prossima stagione e ho tanta voglia di fare meglio degli scorso anno. È il mio primo ritiro dall’inizio con la Lazio, è molto faticoso dal punto di vista atletico e da quello fisico, ma stiamo mettendo benzina nelle gambe, in vista del prossimo anno. Io do il massimo tutti i giorni, in ogni allenamento cerco di farmi trovare pronto quando mister Sarri avrà bisogno di me. Sto cercando di mettere testa, dedizione e tanto lavoro per diventare un grande calciatore. Sto cercando di dare sempre il massimo tutti i giorni, in ogni allenamento. Voglio farmi trovare pronto quando mister Sarri avrà bisogno di me. Sto cercando di mettere testa, dedizione e tanto lavoro per diventare un grande calciatore”.

LA CONCORRENZA

Abbiamo una rosa forte, davanti c’è tanta concorrenza, io mi alleno per guadagnarmi spazio e intanto provo a rubare con gli occhi qualcosa dai miei compagni. La spensieratezza? Quella rimane sempre, ma non basta, per diventare importante devo allenarmi sempre al massimo. La Lazio mi sta aiutando molto a crescere“.

RAPPORTO CON I TIFOSI 

Mi piace molto l’entusiasmo della gente, sono felice dell’ambiente che c’è. Ringrazio molto i tifosi“.

LA PRIMA STAGIONE

Sono molto contento delle chiamate che ci sono state a gara in corso da parte del mister. Quest’anno l’obiettivo è quello di giocare di più e dimostrare di meritare fiducia. 

MESSI E NAZIONALE

Messi? Era un sogno che avevo da bambino allenarmi con lui, averlo davanti è impressionante, ringrazio Dio dio per esserci riuscito e l’Argentina di avermelo permesso. Per quanto riguarda il Mondiale del 2026 in Messico, spero di parteciparci, ma c’è tempo e ora penso solo alla Lazio“.

RAPPORTO CON SARRI 

Ringrazio il mister che mi sta aiutando, mi sento bene e in crescita quotidianamente. Lo ascolto tutti i giorni e imparo sempre qualcosa dai più grandi. Io voglio continuare a migliorarmi e questo gruppo, compreso il mister, mi aiuta a farlo mettendomi a mio agio, nonostante sia molto timido, questo poi si vede anche in campo“.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5636 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione