fbpx

“Uniformi & Casacche” la serata inaugurale

Mercoledì 22, serata di gala presso il Museo Storico dei Granatieri in piazza Santa Croce in Gerusalemme dove è stata presentata ufficialmente “Uniforme & Casacche” una mostra che permetterà ai tifosi laziali, e non solo, di vedere in un’ala del museo l’esposizione in alternanza di casacche della Lazio e uniformi dal 1900 al 1948 mentre in un’altra ala del museo sarà possibile ammirare le maglie ufficiali dagli Anni Ottanta fino a quelle odierne. Nella prima particolarmente interessanti sono dei cimeli appartenuti a Luigi Bigiarelli e al Generale Vaccaro, messi a disposizione dalle rispettive famiglie.

– ALBUM FOTOGRAFICO DELL’EVENTO – 

Il colonnello Domenico Pisapia, direttore del Museo Storico dei Granatieri è intervenuto per primo: “Grazie a tutti coloro che hanno organizzato questo evento. La Lazio è nata da nove bersaglieri e i bersaglieri sono nati da una costola dei granatieri, quindi per noi questo evento è fonte di grande orgoglio”.

Sono seguiti i saluti di Alessandro Onorato assessore al Turismo e allo Sport del Comune di Roma: “Finalmente sono tra amici; ringrazio per la disponibilità il colonnello Pisapia. È bello ricordare la storia della prima squadra della Capitale, così importante per lo sport cittadino. Casacche e uniformi: per i tifosi la casacca è sacra, così come l’uniforme. Dobbiamo sempre di più investire sul rapporto d’amore tra i sostenitori e le squadre”.

Non poteva mancare la madrina biancoceleste, Anna Falchi: “Sono molto onorata di essere tra voi. Oggi mi sono anche vestita di celeste a rappresentare la mia passione innata per l’amata Lazio. Sono molto legata anche alle maglie, siamo qui per ricordare le maglie e sono molto curiosa di vedere le primissime maglie fino a quelle di oggi; mi piace molto il connubio tra la Lazio e l’Esercito Italiano, che da sempre ci protegge. Sempre Forza Lazio!”.

Anna Falchi

 
Il consigliere regionale Daniele Ognibene in rappresentanza della Regione Lazio è intervenuto in maniera molto appassionata: “Una mostra che mette insieme la storia dei granatieri con quella della Lazio. Un’idea importante perché la storia dei colori biancocelesti è legata fortemente a quella dell’Esercito Italiano. Molti atleti biancocelesti hanno perso la vita durante i conflitti bellici della prima e della seconda guerra mondiale. La mostra mette in risalto la storia ultracentenaria della Polisportiva Lazio all’intento di un museo prestigioso. L’emozione quando si parla di queste realtà  sportive è sempre tanta.  Anche perché i colori biancocelesti rappresentano la passione più grande che ho avuto fin da bambino tramandata da padre in figlio a livello calcistico”.

Daniele Ognibene

 

Infine di particolare interesse l’intervento dell’avvocato Gian Luca Mignogna, sostenitore della battaglia per lo Scudetto del 1915: “Questo è un momento di grande unione, crea brividi vedere tanti ufficiali, tante figure istituzionali di fede biancazzurra e tanti cuori che battono dal lato giusto della Capitale. Forse era scritto nel destino della Lazio che ci fosse questo connubio tra il club e l’esercito, del quale non solo faceva parte Luigi Bigiarelli, nostro Padre Fondatore, ma anche il generale Giorgio Vaccaro, al quale dobbiamo la scelta di averci preservato dalla fusione con la Roma. Lo scudetto del 1915? Sapete tutti come stanno le cose. Abbiamo trovato tantissimi documenti, ma voglio sottolineare un aspetto: non esiste la delibera Federale di attribuzione di quel titolo. L’albo d’oro è illegale e non so perché le cose non siano ancora state sistemate. È il momento di chiedere giustizia per quello che sarebbe il primo scudetto della Capitale”.

Presente anche il Presidente Claudio Lotito che non ha voluto mancare all’evento, queste le sue parole nel video pubblicato sul nostro sito: “Obiettivo della prossima stagione fare sempre meglio”.

Juan Bernabe ed Olympia

Toni Malco

Gianluca Mignogna ed Emiliano Foglia

 

 

 

Giovanni Lando Fioroni

Laziale dalla nascita e dal 2011 dirigente della S.S. Lazio Motociclismo e Responsabile nazionale di E.S.S.E. MOTORI; narratore delle molteplici attività della Società Sportiva Lazio "la Polisportiva più grande ed antica d'Europa"... una vita in Biancoceleste!

Giovanni Lando Fioroni ha 439 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Giovanni Lando Fioroni