fbpx

Processo Portanova, nuove prove presentate all’udienza di fronte al GIP di Siena

E’ andata in scena ieri l’udienza di fronte al GIP di Siena per il processo al giocatore del Genoa Manolo Portanova accusato di violenza sessuale di gruppo nei confronti di una ragazza 20enne. I difensori del calciatore hanno scelto il rito abbreviato ma il GIP di Siena si è riservato la decisione rinviando l’udienza al 5 luglio in quanto sono state introdotte nuove prove. I tre imputati rischiano qualora fossero dichiarati colpevoli una pena da 8 a 14 anni, mentre un quarto indagato verrà giudicato dal Tribunale dei minori di Firenze. Manolo Portanova è assolutamente innocente ma il 5 luglio chiederemo il rito abbreviato che ci consente di accelerare l’iter dibattimentale per evitare al mio assistito nuove sofferenze”, questo il commento dell’avvocato del calciatore Gabriele Bordoni. Anche la parte civile, invece, ha aggiunto nuove prove, come una chat in cui la ragazza mesi prima aveva negato la disponibilità ad un rapporto sessuale di gruppo e il verbale di un testimone. Il GIP infine ha respinto la richiesta di un confronto all’americana tra la ragazza ed il fratello del calciatore.