fbpx

Criscitiello distrugge Gravina: “Le dimissioni adesso diventano atto dovuto”

L’ira di Michele Criscitiello, direttore di Sportitalia, si abbatte contro Gabriele Gravina. Il presidente della FIGC quest’oggi si è visto rigettare il ricorso presentato d’urgenza contro la decisone del Collegio di Garanzia del Coni. Una posizione che era stata stigmatizzata da molti perchè forse per la prima volta la FIGC, non rispettando le decisioni del massimo organo di giustizia sportiva, aveva travalicato il limite delle aule di Tribunale Amministrativo. Un’ennesima sconfitta mediatica che si somma a tante altre come ricordato da Criscitiello che ha invocato le dimissioni del numero uno della FIGC che al momento tace e si nasconde dietro le parole dei suoi avvocati. Criscitiello ha affidato il suo pensiero ad un tweet molto esaustivo in cui ripercorre in maniera rapida tutte le tappe del declino della gestione Gravina.

“Il declino di Gravina inizia con la battaglia persa sui fondi, raggiunge il culmine con il flop Mondiale, rischia con la sentenza Chievo e perde la sfida sull’indice di liquidità. Infantino da Lotito. La FIGC non può continuare così: le dimissioni adesso diventano un atto dovuto”

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5245 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione