fbpx

CALCIOMERCATO LAZIO – Per il portiere sono giorni di riflessione: Non solo Carnesecchi e Vicario sull’agenda di Tare

CALCIOMERCATO LAZIO – Sono giorni di riflessione in casa Lazio dopo l’infortunio alla spalla a Marco Carnesecchi che era in procinto di diventare il futuro numero uno biancoceleste. Sarri aveva dato il suo benestare per l’acquisto dell’estremo difensore dell’Atalanta ed si stava cercando un’intesa con il club orobico. La paura di uno stop forzato di qualche mese però ha imposto una brusca frenata e si stanno valutando le alternative.

La prima, la più facile è quella che porta a Guglielmo Vicario che era stato in ballottaggio fino alla fine con l’ex portiere della Cremonese. L’estremo difensore è stato riscattato dall’Empoli per 9 milioni ed attualmente il presidente Corsi non lo venderebbe per meno di 13 milioni. Su di lui però c’è la Fiorentina ed il Napoli.

Proprio in casa partenopea c’è quel Alex Meret che potrebbe fare al caso della Lazio vista la voglia di cambiare aria dopo una stagione difficile. Trattare con De Laurentiis non è mai semplice ed in questo caso il numero uno partenopeo è pronto a chiedere anche qui una cifra vicina ai 15 milioni. Al momento il prezzo è ritenuto troppo alto per un portiere che non ha mantenuto le promesse degli anni scorsi.

E’ tornato alla base a Bergamo anche Pierluigi Gollini che non è stato riscattato dal Tottenham di Conte. Una stagione vissuta soprattutto in panchina hanno fatto scendere il prezzo del suo cartellino a circa 8 milioni. Anche qui però le perplessità sono tante visto che viene da un’annata non certo facile e sarebbe un azzardo il suo acquisto. La Lazio però potrebbe provare a chiedere il prestito almeno fino a gennaio quando poi si capiranno le condizioni di Carnesecchi, ma al momento lo scenario sembra più da fantacalcio.

Difficile arrivare anche a Kepa anche se il giocatore accetterebbe di buon grado di venire a Roma. In questo caso il problema è l’ingaggio molto alto dello spagnolo che si aggira sui 7 milioni di euro a stagione. Il Chelsea che è in fase di ristrutturazione dopo la cessione di Abramovich non vuole però depauperare l’acquisto fatto 3 stagioni fa e quindi potrebbe avallare il prestito per cercare di valorizzare di nuovo il suo investimento.

Nelle ultime ore, invece, si è fatta strada la pista che porta ad Alessio Cragno del Cagliari. L’estremo difensore è stata forse una delle poche note liete della stagione dei sardi che però non possono trattenerlo in serie B e saranno costretti a metterlo sul mercato. La richiesta di 15 milioni sembra abbastanza fuori luogo e Cragno potrebbe lasciare l’isola con poco più di 10 milioni. Quello che non convince è la sua statura che non arriva a 1,84 mt.

Non abbiamo avuto alcun riscontro sui nomi di Luis Maximiliano e Marco Silvestri che sembrano più offerte da parte dei procuratori che idee provenienti dalla Lazio.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5727 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione