fbpx

Presentato il ritiro ad Auronzo di Cadore: 15° anno consecutivo per un ritorno alla normnalità

FORMELLO – E’ andata in scena questa mattina la conferenza stampa di presentazione del ritiro della Lazio ad Auronzo di Cadore. Alla presenza della autorità comunali e della dirigenza biancoceleste sono state illustrate a grandi linee le novità di questa stagione. Il ritorno alla normalità dopo la pandemia segnerà una maggiore alchimia tra squadra e tifosi.

Il primo a prendere la parola è il Responabile dell’area marketing della Lazio Marco Canigiani “Un record storico per il calcio italiano, 15 anni, siamo orgogliosi di questo. Sarà un classico ritiro, con le partite amichevoli previste. Gli ultimi 2 anni sono stato a ritmo ridotto per la pandemia, si riparte con un ritiro al 100% grazie alle nuove disposizioni. Ci sarà anche una sorpresa…”.

Interviene il primo cittadino di Auronzo di Cadore Tatiana Pais Becher “Ringrazio le istituzioni comunali, il presidente Lotito e Gianni Lacchè che ha organizzato il ritiro. Questo ritiro è un ritorno alla normalità, sarà senza restrizioni o prenotazioni on line. Un onore festeggiare il 15esimo ritiro consecutivo, un traguardo storico, siamo felici di poterlo festeggiare insieme. Il ritiro è stato voluto dal vicesindaco Enrico Zandegiacomo, insieme a Lacchè l’ha ideato e poi sono arrivati miglioramenti negli anni. Auronzo è il paese simbolo delle Dolomiti, il paese dei tre laghi, oltre alla natura si è creato un rapporto di empatia e amicizia con la Lazio e i laziali. Ringrazio tutte le amministrazioni che ci hanno preceduto, è diventato un appuntamento fisso per Auronzo, è già stato siglato l’accordo pure per il ritiro 2023”. 

E’ ora il turno del vicesindaco Enrico Zandegiacomo “Saluto il presidente, per me è un onore essere qui. 15 anni sono tanti, già oggi possiamo dire che ci sarà anche il 16esimo. Per il nostro territorio è un evento enorme, ci dà soddisfazione per i risultati Primi anni circa 7mila, adesso siamo sui 14mila, raddoppiate le presenze dal Lazio. Un risultato importante. Ci sono stati lavori all’impianto di circa 300mila, è stato fatto un nuovo drenaggio e sistema di irrigazione, stiamo ultimando l’illuminazione al led, la guerra in Ucraina ha bloccato la consegna delle materie prime, speriamo di terminare per il 6 luglio. Abbiamo pensato di posizionare una nuova tribuna metallica, ampliata a 650 persone. Posti a sedere saranno per 1.500 persone. I primi giorni di presenza abbiamo una nuova manifestazione, test di canoa junior l’8, il 9 e il 10, conviveremo con un evento di un altro sport. Auronzo e Lazio hanno creato un connubio, tutto l’anno si parla di Lazio da noi, tanti bambini tifano ormai la squadra biancoceleste, da mesi i ragazzi mi chiedono quando ritorno la Lazio ad Auronzo. Ringrazio anche tutti i giornalisti, saluto i tifosi perché abbiamo sempre una presenza importante, per noi è un ritorno. Un investimento azzeccato. Vi aspetto tutti il 6 luglio, speriamo che sia un bel ritiro come sempre”.

Anche Gianni Lacchè, presidente della Media Sport Event società che organizza tutto l’evento tiene a precisare “Il primo ringraziamento al presidente Lotito che ci permette di organizzare e che ha rinnovato l’accordo per la stagione 2023. Ci ha fatto penare, mi ha fatto correre, lo farò un giorno vincere a carte e così saremo in pari. Poi alla rappresentanza di Auronzo e al marketing Lazio. Ci sono state migliorie, ci sarà la Notte Biancoceleste, la riproporremo quest’anno cercando di migliorarle. Il programma delle partite e delle date non è ancora ufficiale”.

Anche Stefano De Martino, responsabile della comunicazione Lazio “Formello è una casa incredibile, in Europa non so se ci siano realtà uguali. Qui stanno andando avanti dei lavori incredibili, non sarà facile abbandonare il centro sportivo a luglio”.

L’ultimo a prendere la parola è il Presidente della Lazio Claudio Lotito che ci fa un quadro generale della stagione e del futuro della società.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5245 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione