fbpx

Sergej Milinkovic-Savic: gol, assist e tante emozioni

Se i tifosi della Lazio si fossero domandati chi avrebbe potuto segnare la rete decisiva per l’accesso in Europa League, la risposta, probabilmente, sarebbe stata la stessa: Sergej Milinkovic-Savic. In un match come quello andato in scena all’Allianz Stadium, è stato necessario il guizzo del campione a pochi secondi dallo scadere. Un tiro chirurgico, una freddezza da “Sergente”, uno strapotere da leader carismatico e tecnico. Nel gol siglato alla Juventus è riassunta la stagione del centrocampista serbo, che per un intero campionato ha dominato il campo, in fase offensiva ed in fase difensiva. Affermandosi (anche grazie a Maurizio Sarri), come il campione assoluto di questa squadra.

Milinkovic: una stagione da doppia doppia

Nella Serie A 2021/2022, Milinkovic, ha collezionato 36 presenze nelle quali ha messo a segno 11 gol ed 11 assist, numeri da capogiro per una mezzala. Inoltre, il classe 1995, è il secondo calciatore del torneo per chilometri percorsi, il secondo centrocampista per recuperi effettuati. Numeri che confermano che oltre alla tecnica c’è anche tanta abnegazione e voglia di dare di tutto in campo per sé stesso, per la squadra e per la gente laziale. In maglia biancoceleste il centrocampista è arrivato a 293 presenze complessive, condite da 58 gol e 51 assist.

Milinkovic-Savic

Lazio-Verona, il momento dei saluti?

Sabato alle ore 20:45, allo Stadio Olimpico di Roma, andrà in scena Lazio-Verona. Il 21 maggio potrebbe passare alla storia come l’ultima partita con l’aquila sul petto per Milinkovic-Savic. Il suo addio però, potrebbe non essere così scontato. Nel post partita Maurizio Sarri ha rilasciato queste dichiarazioni: “Non è scontato che andrà via, ma parlando col presidente mi sono convinto che se andrà via, e non è una cosa facile, non resterà in Italia”.

A prescindere da quale sarà il suo futuro, il “Sergente” meriterebbe una buona cornice di pubblico in quella che potrebbe essere l’ultima battaglia davanti alla sua gente. In questi 7 anni a Roma, ha regalato tante emozioni ai tifosi laziali che possono ringraziarlo colorando lo Stadio sabato sera. Nella speranza che possa andare in scena un semplice “arrivederci” alla prossima stagione e non un addio definitivo.