fbpx

Juventus-Lazio, Sarri: “Sarebbe stato un peccato non fare punti stasera. Dybala alla Lazio? Sentiamo Lotito che dice”

Al termine della gara è intervenuto Maurizio Sarri ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue parole.

“Il cinque a Dybala? E’ strano trovarsi nella serata in cui danno l’addio due calciatori che hanno fatto la storia della società. La mia testa era al punto che serviva per conquistare l’Europa. Abbiamo fatto un anno dove abbiamo avuto delle difficoltà per tati motivi prevedibili o meno. Il gruppo è riuscito a superarli e si sta esprimendo su buoni livelli. Guardando l’andamento della partita abbiamo ampiamento dimostrato che lo meritavamo. Penso che l’unità d’intenti ci sia, poi migliorare la squadra è facile a dirsi ma sarà molto più diffcile da farsi”.

SQUADRA – “Dal punto di vista della linea difensiva i movimenti li sbagliamo meno rispetto a prima, i nostri deficit sono negli uno contro uno ma è difficile. Le statistiche parlano di questo, la squadra mi soddisfa perché si è molto compattato e si è pensato al calcio tutti nella stessa maniera”.

Lazio Style Channel il mister ha aggiunto: “Il gol di Milinkovic ci fa contenti perché non prendere nemmeno un punto sarebbe stato veramente grave, i dati ci hanno dato ragione. Sarebbe stato un peccato sprecare la buona prestazione in un campo difficile. Dall’altra parte sono rammaricato perché se il pareggio fosse arrivato prima, avremmo cercato la vittoria. Va bene così, prendiamo l’Europa e prepariamo il nuovo obiettivo che è quello del quinto posto a tutti i costi“. 

PERSONALITA’ – “Siamo in crescita mentalmente, il clima non è stato facile per noi. Essere sotto 2-0 nel primo tempo è stata una bestemmia. Ci hanno fatto solo due tiri, noi siamo andati vicini al gol più di una volta, anche tirando da fuori. Sarebbe stato un peccato non fare punti“.

RIPRESA – “Facciamo quello che abbiamo fatto spesso durante l’anno: torneremo a Roma alle 3 di notte, dormiremo nel centro sportivo, ci alleneremo domani mattina e il recupero lo faremo dopodomani. Lo abbiamo fatto già altre volte. Poi avremo giovedì e venerdì per preparare la partita. Non è una concessione, la squadra deve rientrare nell’ordine delle idee di prendere il quinto posto. Questo è un gruppo che si sta cementando in maniera forte. C’è unità d’intenti e di pensiero“. 

BILANCIO – “Abbiamo fatto una buona stagione. Vista dall’interno è un peccato che il campionato finisca ora. Vedo un gruppo estremamente motivato. Il percorso lo abbiamo, ci abbiamo messo dentro alcuni errori. L’unica domanda che mi faccio riguarda l’impegno singolo a settimana: nelle 29 partite senza Europa League abbiamo una media che supera i 2 punti a partita. Nelle altre 8 dopo l’impegno del giovedì la media si abbassa a 0.60. 1.40 punti per 8 partite sono 11 punti. Dov’eravamo adesso con 11 punti? Bisognerà capire se ci è mancata la mentalità per affrontare entrambi gli impegni o se è mancato qualcosa a livello di struttura“. 

Il tecnico è poi intevenuto ai microfoni di Dazn.

PRESTAZIONE LAZIO –  “Alla fine del primo tempo ho detto ai miei di continuare come stavamo facendo e di non perdere palla visto che gli unici pericoli sono arrivati in queste circostanze. Abbiamo fatto una gran partita. I numeri sono stati imbarazzanti 8 tiri a 2, 65% di possesso palla. Sono contento di averla pareggiata all’ultimo, ma ho un pizzico di rammarico perché se avessimo fatto gol prima, potevamo anche vincerla”.

FASE DIFENSIVA – “Non credo che la difesa abbia fatto una brutta partita. In generale quest’anno abbiamo pagato molto cose. Abbiamo subito gli stessi gol dello scorso anno con una partita ancora da giocare. Dobbiamo migliorare, ma già abbiamo fatto dei passi in avanti rispetto al girone d’andata. Credo che i ragazzi abbiano pagato i tanti cambiamenti che ci sono stati. Inoltre negli 1 contro 1 siamo tra le peggiori squadre del campionato”.

MEDIA PUNTI E ADDII – “Senza partite di Europa League abbiamo una media punti molto alta, con l’impegno europeo si abbassa drasticamente. Vediamo se riusciremo a colmare questo gap con la giusta mentalità. Mi fa strano essere qui in una serata in cui due giocatori che hanno fatto la storia della Juve danno l’addio. Non vale nemmeno spendere delle parole per loro, parlano i numeri stratosferici. Dybala alla Lazio? Sentiamo se il presidente Lotito ce lo prende (ride, ndr)”.

Michela Santoboni

Divento giornalista nel 2017 scrivendo di calcio, soprattutto di Lazio, in un sito che mi ha insegnato molto. La Lazio è la mia passione da sempre, ma soprattutto da quando a 8 anni mio padre mi porta in Curva Nord per la prima volta. Approdo a Noibiancocelesti.com nel luglio 2020, ed insieme ai colleghi affronto trasferte in tutt'Italia e in mezz'Europa. Finisco pure a Riyad, Istanbul, Mosca.

Michela Santoboni ha 795 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Michela Santoboni