fbpx

Lazio-Milan, Sarri: “Mercato? Chiedete alla società. Stasera abbiamo pagato una settimana con otto giocatori influenzati”

Mister Sarri è intervenuto a Dazn dopo la sconfitta contro il Milan rimediata stasera all’Olimpico. Queste le sue parole.

“Ottimo primo tempo, abbiamo pagato una settimana travagliata con otto giocatori con la febbre. Era difficile prevedere che potessero giocare tutta la gara. Fa piacere che i ragazzi abbiano messo in campo tutto quello che avevano. Abbiamo sprecato tanti palloni riconquistati, abbiamo sofferto soprattutto dopo l’1-1 nei dieci minuti successivi mentre abbiamo sofferto meno nell’ultimo quarto d’ora”.

OLIMPICO VUOTO – “Se ha inciso sulla prestazione? Non penso, è chiaro che se lo stadio fosse stato in condizioni divrse un pizzico di aiuto in più ci poteva arrivare ma la squadra ha fatto tutto quello che poteva fare dopo una settimana difficile”.

MERCATO – “Se esiste un piano A e un piano B per il mercato con o senza Europa lo dovete chiedere alla società. Per me non cambia niente”. 

FUTURO – “Futuro? Io con l’ambiente ci sto benissimo e anche con la squadra. Oggi hanno fatto una partita alla pari con la prima in classifica, la squadra procede bene”.

Sarri è poi intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel: “Abbiamo fatto un errore che a inizio ripresa è inspiegabile. Sono contento di quello che ho visto da parte dei ragazzi, abbiamo fatto un gran primo tempo. Poi durante la settimana abbiamo avuto tanti giocatori con la febbre ed è chiaro che era difficile, dispiace averla persa quando non stavamo più soffrendo da quindici minuti. Abbiamo perso per un’ingenuità. Una squadra che lotta come la nostra non ha mancanza di concentrazione ma di lucidità. Purtroppo è successo ad un ragazzo che fino a ieri aveva la febbre e ha cercato di darci una mano lo stesso. Dobbiamo tirare dritto e portare in campo lo spirito di stasera, se lottiamo sempre così i punti li faremo. Abbiamo sprecato palloni riconquistati che potevano diventare pericolosi, è uno dei rammarici. Non ho comunque grandi cose da dire ai ragazzi, dopo i cambi avevamo anche riequilibrato la partita: è un peccato. Quando le partite finiscono così negli spogliatoi è bene stare in silenzio, siamo tutti arrabbiati e bisogna sbollire. Parleremo domattina. Dispiace perché il punto era in porto e ci abbiamo messo del nostro”.

Michela Santoboni

Classe ‘90, nasco in Sabina ma oggi vivo al mare. Divento giornalista nel 2017 collaborando con un sito a cui devo molto, Lazionews.eu. Dopo tante trasferte, anche all'estero (ultima quella di Riad, a dicembre 2019), approdo a Noibiancocelesti.com nel luglio 2020.

Michela Santoboni ha 779 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Michela Santoboni