fbpx

Twitch: OCW supera la Bobo Tv: Tra “Cassanate” e “servilismo” il fallimento del voler essere personaggi

Sorpasso storico sulla piattaforma Twitch dove nell’ultimo periodo il mostro sacro della Bobo Tv è stato scalzato dalla prima posizione in Italia come podcast sportivo più seguito. A riuscire nell’impresa sono stati i ragazzi di OCW che grazie hanno superato con le loro live oltre 43 mila visualizzazioni gli ex calciatori Vieri, Ventola, Adani e Cassano. Niente top player per OCW che schiera in cabina di regia Andrea Panciroli e Domenico Manfredi cui si uniscono gli influencer come Damiano Er Faina, Enzuccio, Asso di Roma e Manuela Meleleo e giornalisti tra cui Jolanda De Rienzo, Enrico Camelio ed anche il nostro Augusto Sciscione oltre ad altri addetti ai lavori che si rivolgono a realtà più piccole come Carlo Canavaesi per l’Atalanta, Alessandro Pomarè per l’Udinese, Andrea Savelli per la Fiorentina e molti altri.

Non è bastata alla Bobo Tv la possibilità di schierare oltre ai loro 4 campioni ospiti del calibro di Guardiola, Ronaldo e Totti perchè nel mondo di Twitch i veri top player sono gli utenti che interagiscono direttamente nelle live sentendosi parte integrante del programma. In un mondo in cui il web ti offre infinite possibilità di interazione OCW è riuscita nell’impresa di creare una comunity in cui tutti si sentono protagonisti solo grazie ad un semplice commento. Come per il calcio anche per il mondo della comunicazione i dati sono quelli che determinano il gradimento del pubblico e quello che emerge in questo sorpasso è che le nuove “Cassanate” mediatiche non pagano perchè il pubblico giovanile che abbraccia Twitch vuole confrontarsi anche con tematiche più tecniche. “Ciro Immobile non sa giocare a calcio” può far ridere i tifosi giallorossi e può portarti per un giorno nelle prime pagine dei giornali, ma il rischio di perdere credibilità è dietro l’angolo e questi sono i risultati. Anche porsi un gradino sopra gli utenti solo perchè si è giocato a calcio e perchè “ci si investe del tempo” non è una scelta che paga perchè il calcio è di tutti e tutti possono parlare di calcio. Non è accusando altri di “servilismo” puntando su ritornello che tra poco sarà sostituito da uno nuovo che si acquistano consensi.

Come nel calcio però anche nel mondo di Twitch c’è sempre la rivincita e se si fà tesoro degli errori si potrà sempre tornare alla vittoria. Al tempo stesso si può rimanere in alto se si capisce che dopo un successo la strada per rimanere in alto si fa sempre più in salita perchè chi ha perso vorrà batterti.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 4981 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione