fbpx

Dopo Knutsen e Sabatini anche Spalletti si unisce al coro: “Panchina della Roma sempre a protestare condiziona l’arbitraggio”

“Tre indizi fanno una prova” diceva Agatha Christie. Dopo Knutsen e Sabatini anche Luciano Spalletti si lamenta della condotta della panchina della Roma. Il tecnico del Napoli rilancia la frecciata a Mourinho che nel post gara si era lamentato della direzione di gara di Di Bello. Spalletti si affidato ai microfoni di Dazn per rispondere per le rime allo Special One e soprattutto ad una condotta della panchina della Roma che è stata punita anche con l’espulsione del portiere Fuzato.

“Dall’inizio dell’anno dico alla mia panchina di stare buoni e comportarsi bene. Nessuno si alza, poi gli altri si atteggiano come la squadra di casa, andando sempre a protestare. Non lo farei francamente, perché è un comportamento che condiziona l’arbitraggio. Non è un discorso relativo soltanto alla Roma, noi dobbiamo lasciar lavorare gli ufficiali di gara. Di Bello ha deciso bene sul nostro calcio di rigore, è stato tutto corretto per me”.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5972 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione