fbpx

Lotito sul futuro di Sarri: “Ma certo che resterà alla Lazio”. E intanto l’Arsenal…

Come riporta l’edizione odierna de Il Messaggero il patron della Lazio mercoledì dopo la cena a Formello avuta con il tecnico e il DS biancoceleste avrebbe dichiarato in maniera serena e perentoria: Ma certo che Sarri resterà alla Lazio”. Nonostante non si sia parlato ufficialmente di rinnovo il Presidente ha promesso che arriverà sicuramente prima della fine del campionato, quando le parti si riaggiorneranno in maniera più seria per confrontarsi su ciò che è andato bene e ciò che occorre migliorare, su quali sono il budget e i piani per la programmazione del mercato estivo. Questo, come ormai è risaputo, è il vero nodo da sciogliere per garantirsi la permanenza del Comandante. Questo perché Sarri ha ancora un anno di contratto, ma entro il 30 maggio potrebbe “liberarsi” e adesso c’è davvero un pericolo in agguato: sembra che l’Arsenal abbia già incominciato a sondare il terreno per un eventuale ritorno a Londra questa volta sponda bianco rossa.

A Sarri mercoledì non interessava troppo il prolungamento sino al 2025, seppur sbandierato già da dicembre da Lotito, ma capire se la società nei fatti (mercato) fosse già realmente concentrata a sostenere il suo progetto, dopo le delusioni (Kamenovic e Cabral) avute nel mercato invernale. Maurizio Sarri vuole restare alla Lazio ma chiede garanzie tecniche, anche se stavolta anche lui è uscito dal confronto più confortato. Tare e Lotito avrebbero messo sul tavolo trattative concrete: l’intenzione di regalargli subito Emerson Palmieri in prestito più Romagnoli e Vecino a parametro zero. In porta sarà più facile arrivare a Sergio Rico che a Carnesecchi, Provedel come secondo.