fbpx

Lazio, tutti i nomi per il centrocampo: da Vecino al sogno De Ketelaere 

Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, dopo l’approvazione della semestrale di marzo, ci sarà un incontro tra Lotito, Tare e Sarri per fare il punto sulla situazione e che permetterà di avere un’idea molto più chiara sulle scelte future della Lazio in chiave mercato.

Tutto passerà dalla scelta di Milinkovic Savic. Se il Sergente saluterà a giugno in direzione PSG o Manchester United, dovrà arrivare necessariamente una mezz’ala. Nelle ultime ore è stato accostato alla Lazio il nome di Palavecino, gioiellino del River Plate, ottima visione di gioco e dribbling, viene valutato 10 milioni di euro.

Tuttavia il grande sogno della Lazio risponde al nome di De Ketelaere, jolly offensivo del Bruges. Il belga classe 2001 aveva impressionato nei gironi di Champions proprio contro la Lazio, mettendo i biancocelesti in grande difficoltà nello scontro diretto valido per l’accesso agli ottavi di Champions. Nell’ultima partita del girone fu lui a colpire la traversa. Può giocare anche da mezz’ala o da esterno. La sua evoluzione tattica è simile a quella di Milinkovic Savic che arrivò alla Lazio nel 2015 più per fare il trequartista che non la mezz’ala. È valutato tra i 20 e i 25 milioni. 

Nel ruolo di regista bisognerà rimpiazzare Leiva, che terminerà il suo contratto a giugno. Secondo Il Messaggero Sarri ha espresso grande interesse per Vitinha, recentemente visto in campo col Porto e Maxime Lopez del Sassuolo. Per entrambi comunque si parte da valutazioni alte, intorno ai 20 milioni di euro.  

Molto più abbordabile sul piano economico sarebbe Matias Vecino, in scadenza di contratto con l’Inter e che resterebbe volentieri in Italia. Sarri ha allenato l’uruguaiano a Empoli, lo conosce bene, lo accoglierebbe a braccia aperte.