fbpx

Lazio – Napoli, le pagelle: Pedro gol strepitoso, Hysaj sbaglia tutto

LE PAGELLE

Strakosha: 6,5 Attento sul tiro dal limite di Zielinki che passa dietro il corpo di Patric e gli sbuca davanti all’ultimo. Nella ripresa il Napoli tira in porta tre volte dal limite dell’area a colpisce due volte senza che gli si possano attribuire colpe. Bravo anche in uscita su Politano quando la linea difensiva perde le distanze.

Marusic: 6 Buona gara nel primo tempo dove controlla bene Insigne e e si propone con grande dinamismo anche in avanti. Nella ripresa dalla sua parte il Napoli non affonda mai anche perchè le sue diagonali sono precise, manca però la gamba per andare ad aggredire la metà campo avversaria.

Luiz Felipe: 6,5 Duella alla grande con Osihmen che non si vede quasi mai per tutta la gara. Riesce a tenere in piedi la difesa dopo il gol del vantaggio del Napoli che taglia le gambe alla squadra per una ventina di minuti. Rimane solo nell’ultima azione dove non può nulla.

Patric: 5 Attento e preciso fino all’azione che determina le sorti della gara. Aveva già rischiato grosso qualche minuto prima nel giocare il pallone, ma perseverare a prendere certi rischi ha portato a cambiare l’inerzia della gara.

Acerbi (dal 83′): 5,5 La sua entrata in campo corrisponde con l’assalto finale che porta al pareggio. Nel momento in cui ci sarebbe da far uscire fuori la sua esperienza entra nella bambola finale che porta all’ennesimo errore.

Radu: 6,5 Altra buona prestazione che fa capire come serva un terzino di piede mancino capace anche di far ripartire l’azione con velocità. La sua valutazione positiva aumenta dopo la sua uscita quando il Napoli maramaldeggia da quelle parte creando i presupposti per creare pericoli.

Hysaj (dal 72′): 4,5 Sbaglia tutto. Tiene in gioco Politano su una ripartenza e viene salvato da Strakosha, sbaglia l’ultimo pallone quando dovrebbe cercare di lanciarlo più lontano possibile oppure mandarlo in fallo laterale.

Lucas Leiva: 6 Primo tempo di grande sostanza in cui la Lazio domina la scena anche grazie al suo lavoro davanti la difesa che oscura le linee di passaggio per Zielinski ed Osihmen. Sembra interpretare meglio anche la fase di costruzione del gioco velocizzando il palleggio in maniera costruttiva. Cala di dinamismo introno a metà secondo tempo quando il Napoli prende in mano il centrocampo senza che lui riesca ad accorciare i reparti.

Basic (dal 83′): 5,5 Entra anche lui nel disastro difensivo finale quando cerca di recuperare il pallone invece che mordere le caviglie degli avversari.

Milinkovic: 6 Primo tempo sontuoso in cui mette a ferro e fuoco il centrocampo del Napoli che soffre la sua fisictà e la sua tecnica. Nella ripresa cala un pò come tutta la squadra, ma sembra essere uno dei più lucidi riuscendo anche a mettere Immobile davanti ad Ospina con una bella sponda. E’ uno dei pochi che riesce a ragionare anche quando il Napoli si fa più aggressivo.

Luis Alberto: 4,5 Pronti e via e fallisce un’occasione clamorosa mandando fuori un assist di Felipe Anderson che andava solo spinto a rete. L’errore sembra condizionarlo anche nelle giocate palla al piede dove sbaglia ogni qual volta cerca di verticalizzare per Immobile. Nella ripresa paga il fatto che la Lazio non riesca più ad andare a pressare molto alta e sparisce dal campo fino a quando Sarri non lo riposizione da centrale di centrocampo nell’assalto finale.

Felipe Anderson: 6,5 Altra gara positiva in cui palla al piede fa ammattire Mario Rui e tutta la retroguardia del Napoli. Serve un assist al bacio a Luis Alberto che sciupa malamente e si fa apprezzare anche per un paio di recuperi in mezzo al campo che dimostrano uno stato di forma fisica e mentale ritrovata. Uno dei pochi a non perdere la calma nei momenti di difficoltà. Non avrebbe meritato il cambio.

Pedro (dal 64′): 7 Entra e da una scossa alla squadra. Va vicino al pareggio con un sinistro su cui Ospina si supera. Segna un gol strepitoso che riequilibra le sorti del risultato con un sinistro al volo di rara potenza e precisione.

Immobile: 6 Fallisce una buona opportunità dopo pochi minuti, ma è sempre vivo e pungente in mezzo alla coppia centrale del Napoli che usa spesso le maniere forti per fermarlo complice la compiacenza di Di Bello. Nella ripresa sembra essere un pò in debito d’ossigeno e la mancanza di allenamento si fa vedere col passare dei minuti.

Zaccagni: 6,5 Va via sistematicamente a Di Lorenzo che patisce i suoi strappi. Se dobbiamo trovargli una pecca sono le rifiniture perchè ogni qual volta ha spazio per fare male sbaglia la misura del passaggio o del tiro. Cala drasticamente nella ripresa dove rimane a corto di fiato e forse stavolta doveva essere lui ad essere sostituito anche perchè da quella parte nascono tutti i pericoli nel Napoli.

Sarri: 5,5 Prestazione dai due volti, ma il risultato alla fine è condizionato dagli errori personali di alcuni calciatori. Manca un’alternativa credibile di gioco quando gli avversari alzano il pressing anche perchè non è peccato a volte rilanciare lungo per rifiatare un pò. Non convincono le scelte sui cambi perchè Hysaj non sembra al momento essere pronto per giocare a certi livelli, mentre Felipe Anderson dava l’impressione di averne ancora.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 4952 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione