fbpx

Guerra in Ucraina, cancellato anche il GP di Russia. +++ IN AGGIORNAMENTO +++

Le partite dei campionati di calcio in Italia di questo fine settimana inizieranno con 5 minuti di ritardo. Questa è la protesta contro la guerra in Ucraina. Lo ha deciso , come riporta l’Ansa, la Federcalcio“Lo sport non fa politica – ha detto tra l’altro il presidente Gravina – ma vuole la pace”.

L’Uefa sposta la finale di Champions

La Uefa ha deciso di spostare la finale di Champions League, in programma inizialmente a San Pietroburgo, a Parigi proprio a causa del conflitto. Non si è fatta attendere la reazione da parte del Cremlino. Queste le parole del portavoce Dmitry Peskov: “E’ un peccato che sia stata presa una simile decisione. San Pietroburgo avrebbe fornito le migliori condizioni possibili per ospitare questo evento calcistico”.

Sedi neutrali per i nazionali e club russi ed ucraini

Non solo, il Comitato Esecutivo ha anche deciso che fino a nuova comunicazione “i club e le nazionali russe e ucraine che gareggiano nelle competizioni UEFA dovranno giocare le partite casalinghe in sedi neutrali fino a nuovo avviso”.

Cancellato il GP di Russia

Il GP di Russia di F1 viene cancellato dal calendario del mondiale. L’ufficialità è arrivata con una nota della F1 in cui si sottolinea la posizione condivisa e allineata di tutte la parti in gioco, F1, Fia e squadre, di fronte alla guerra scatenata dalla Russia in Ucraina. La gara era pianificata in calendario per il week end del 25 settembre. 

La nota: “Il Campionato del mondo di F1 visita paesi di tutto il mondo con una visione positiva per unire le persone e le nazioni. Osserviamo gli sviluppi in Ucraina con tristezza e shock e speriamo in una soluzione rapida e pacifica alla situazione attuale. Giovedì sera la F1, la FIA e le squadre hanno discusso la posizione del nostro sport e la conclusione, inclusa l’opinione di tutte le parti interessate, è che è impossibile tenere il Gran Premio di Russia nelle circostanze attuali”.

Michela Santoboni

Divento giornalista nel 2017 scrivendo di calcio, soprattutto di Lazio, in un sito che mi ha insegnato molto. La Lazio è la mia passione da sempre, ma soprattutto da quando a 8 anni mio padre mi porta in Curva Nord per la prima volta. Approdo a Noibiancocelesti.com nel luglio 2020, ed insieme ai colleghi affronto trasferte in tutt'Italia e in mezz'Europa. Finisco pure a Riyad, Istanbul, Mosca.

Michela Santoboni ha 977 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Michela Santoboni