fbpx

EDITORIALE – Lazio – Bologna, il gruppo fa la forza

La vittoria contro il Bologna è stata la miglior medicina possibile per l’ambiente biancoceleste per spegnere le polemiche sorte all’indomani dell’eliminazione in Coppa Italia contro il Milan. Una gara, quella contro i rossoneri, che aveva insinuato di nuovo il dubbio che la squadra fosse ricaduta in quel loop di inizio campionato quando in concomitanza con gli impegni infrasettimanali la Lazio crollava in campionato.

La gara contro gli emiliani ha tolto ogni dubbio ed ha riconsegnato a Sarri ed ai tifosi biancocelesti la stessa squadra che aveva espugnato Firenze una settimana fa. In meno di tre giorni è difficile pensare ad alchimie tattiche diverse e non sarebbe bastato nemmeno il ritorno tra i titolari di Lazzari, Luis Alberto, Leiva e Pedro. E’ stata una reazione da squadra in cui è il gruppo a fare la forza. Tutti gli uomini impiegati da Sarri hanno dato un contributo positivo. Basti pensare a Felipe Anderson che negli ultimi 5 minuti è stato costretto a giocare da terzino destro.

Il gruppo fa la forza anche perchè nell’ultimo mese la squadra di Sarri ha dovuto sobbarcarsi il peso di alcune assenze importanti, come quella di Acerbi e di Pedro. Il gruppo fa la forza anche perchè si è dovuto sobbarcare il peso della contestazione che i tifosi hanno messo in atto nei confronti della società per il deludente calciomercato. Il gruppo fa la forza anche perchè la rosa della Lazio è monca con un solo attaccante centrale e solo due centrali difensivi di ruolo. Abbiamo visto Immobile stringere i denti pur di non saltare la gara conto il Bologna, Patric giocare difensore centrale per oltre un mese come titolare, Leiva tornare in cabina di regia dopo un paio di mesi in cui era stato scavalcato da Cataldi, Lazzari evitare polemiche e tornare a correre sulla fascia come un indemoniato.

Il gruppo fa la forza anche perchè il suo Comandante onde evitare polemiche nocive per la squadra ha stemperato i toni al termine della sessione di calciomercato che ha visto la rosa rimodellata non come lui si aspettava. Il gruppo fa la forza anche perchè in una giornata dove non è mancata la disapprovazione dei tifosi all’operato della società il grido Lazio, Lazio Lazio tra Curva Nord e Tribuna Tevere ha portato, non per caso, alla terza rete dei biancocelesti.

Questa è l’identità che si deve creare per riuscire a chiudere questa stagione in maniera positiva centrando l’obiettivo che è costruire qualcosa da cui ripartire il prossimo anno al di là del piazzamento in campionato. La società, l’allenatore, i giocatori ed i tifosi devono essere tutti partecipi della costruzione di un gruppo, perchè il gruppo fa la forza.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 4981 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione