fbpx

Fiorentina-Lazio, Sarri: “Io scontento? Basta con le chiacchiere sul mercato. Avanti con quelli che abbiamo”. Poi sul rapporto con Lotito…

Oggi a Formello la conferenza di Maurizio Sarri. Il tecnico della Lazio ha parlato della gara di domani contro la Fiorentina al Franchi alle 17 nella sala stampa di Formello.

Contro l’Atalanta si è vista un’ottima fase difensiva…

“Domani ci misuriamo sotto questo aspetto, hanno segnato 29 gol in casa, secondo i dati statistici 81 occasioni creati nelle ultime 10 partite in casa. Vediamo se siamo cresciuti, la squadra aiuta di più la linea difensiva, è più corta e compatta. Domani è un banco di prova difficile”.

Momento delicato?

“No, nelle ultime 12 partite abbiamo perso solo con Sassuolo e Inter, le prestazioni sono in crescita. Non lo ritengo un momento delicato”.

Il mercato

“Ti risparmio la fatica della domanda, la premessa l’hai fatta te. Il mercato si è concluso, stop. Inutile parlarne, qualsiasi discorso si può ritorcere contro la squadra, quindi non c’è più nulla da dire. Dobbiamo fare meglio con questi che abbiamo, secondo me la possibilità c’è. Io la squadra, in questo momento, la tenevo fuori da alibi e storie varie, il mercato è chiuso e noi dobbiamo fare meglio”.

Com’è l’umore della squadra?

“Era qualcosa che si era detto di fare da tempo, avevamo l’idea di fare una grigliata, non è stato possibile, quindi siamo andati a pranzo fuori. L’umore è buono, per quanto riguarda la serenità nel gruppo mi sembra un buon momento”. 

Cabral cosa può dare?

“Vediamo quello che ci può dare il ragazzo, lo conoscevo pochissimo, sono sincero. All’interno dello staff c’è stata una persona che l’ha seguito in modo superficiale perché comunque eravamo negli ultimi giorni di mercato. A livello fisico ha qualcosa in meno dei nostri oea, ha avuto un infortunio di 45 giorni, questa settimana si è allenato pochissimo per il trasferimento. Un giocatore esplosivo e resistente, ha qualche numero in accelerazione, vediamo se può fare l’attaccante centrale, che per me comunque può fare Felipe con le sue caratteristiche”.

Marusic come sta?

“Oggi era con noi, solo ieri è stato fermo. Aveva un po’ di placche, il dottore ha preferito dargli un giorno con antibiotici”. 

Lotito ha detto che non ha problemi con lei…

“L’ho sentito due-tre giorni fa, ma non ci sono stati problemi. Il rapporto tra noi è diretto, non c’è problema nel rapporto, quello che ci dobbiamo dire ce lo diciamo. Scontento? Ho già risposto prima, questa è una trappola. Ho 63 anni e non ci casco (ride, ndr)”. 

Ha parlato durante la sosta del contratto? Come sta Pedro?

Non si è parlato di questo, c’era il mercato aperto. Pedro è un ragazzo talmente brillante che appena rimette piede in campo sembra che stia bene. Al massimo un problema di tenuta, problema se farlo partire o spezzone dopo. A vederlo così ti dà sempre la sensazione di stare bene. ha questa brillantezza non ordinaria che dà sempre buone sensazioni.

Come si affrontano 7 partite in 22 giorni?

“Pensiamo a quella di domani, poi alle altre 6. Domani è difficilissima, il rendimento in casa della Fiorentina parla chiaro, come i numeri del loro attacco. Serve concentrazione, loro sono molto violenti, nel senso che entrano in partita subito. Bisogna concentrarci su questo, vediamo l’evoluzione poi, chi sarà stanco, chi sarà disponibile o no per le prossime gare. Troveranno spazio 18 giocatori”. 

Come sta Radu? Acerbi quando recupera?

“Francesco sta lavorando a parte, penso che nel giro di qualche giorno possa riprendere ad allenarsi con noi ma non ho certezza fino a martedì o mercoledì, quando ci saranno i prossimi controlli. Stefan sta abbastanza bene, negli ultimi 2-3 mesi è sempre stato bene, si è fermato poi per 10 gironi, ma è rientrato in linea con quello che avevamo lasciato”.

Cosa ne pensa di Kamenovic? Basic come l’ha visto?

“Aveva il viso bianco… Ieri era già in campo, ha vissuto un episodio che sul momento l’ha scosso, penso sia normale uscire così dopo aver avuto la pistola puntata contro. Ma finisce lì. Kamenovic ha problemi burocratici, ha avuto un paio di giorni di permesso, in questo momento non è con noi”. 

Michela Santoboni

Classe ‘90, nasco in Sabina ma oggi vivo al mare. Divento giornalista nel 2017 collaborando con un sito a cui devo molto, Lazionews.eu. Dopo tante trasferte, anche all'estero (ultima quella di Riad, a dicembre 2019), approdo a Noibiancocelesti.com nel luglio 2020.

Michela Santoboni ha 770 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Michela Santoboni