fbpx

FORMELLO – Le prove attiche di Sarri in vista della Fiorentina

FORMELLO – La Lazio di Sarri è tornata in campo questa mattina per continuare la preparazione in vista della sfida contro la Fiorentina di sabato prossimo. Per la giornata di oggi è prevista una doppia seduta di allenamento dove però non si vedrà Francesco Acerbi che è ancora ai box dopo l’infortunio ai flessori avuto nella prima gara del 2022 contro l’Empoli. La presenza del centrale difensivo a Firenze è quasi impossibile e per questo motivo in mattinata Sarri ha provato in quel ruolo Stefan Radu. Il rumeno è ritenuto più adatto rispetto a Patric in quanto mancino, ma il ballottaggio rimane aperto. E’ tornato al lavoro invece Luiz Felipe che tornato anzitempo dallo stage con la nazionale dopo un paio di giorni di terapie è di nuovo a disposizione di Sarri e la sua presenza al Franchi è al momento certa. Non si è visto in campo Pedro che dopo il lavoro differenziato di ieri ha riposato questa mattina. L’infortunio al polpaccio sta inducendo i sanitari della Lazio ad una maggiore cautela onde evitare delle ricadute come accaduto con Acerbi. Nessun problema per Immobile che ieri ha lasciato il campo anzitempo per via di un colpo al ginocchio dopo uno scontro di gioco.

LE PROVE TATTICHE

Nella seduta pomeridiana Sarri ha, invece, provato alcuni movimenti tattici nella partitella finale a campo ridotto. Entrambe le squadre si sono mosse con un 4-3-3 con i baby Floriani Mussolini e Crespi aggregati. Kamenovic è stato impiegato come difensore laterale di sinistra, mentre al centro hanno agito le coppie centrali composte da Luiz Felipe – Radu da una parte e Patric – Hysaj dall’altra. Non si sono visti in campo anche nella seduta pomeridiana Pedro ed Acerbi che stanno procedendo nel programma di recupero.

Probabile formazione

LAZIO (4-3-3): Strakosha, Hysaj, Luiz Felipe, Radu, Marusic; Cataldi, Milinkovic, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni all.re: Sarri

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 4961 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione