fbpx

Radu: il Boss ed i suoi primi 14 anni con l’aquila sul petto

Il 30 gennaio del 2008 un giovane ragazzo proveniente dalla Romania che si chiama Stefan Radu debuttava con la maglia della Lazio nel match di Coppa Italia contro la Fiorentina allo Stadio Artemio Franchi di Firenze. Arrivato pochi giorni prima, nel gennaio del 2008, era stato appena prelevato in prestito dalla Dinamo Bucarest da perfetto sconosciuto. A distanza di 4 anni Stefan Radu è entrato nella storia della prima squadra della Capitale. Anno dopo anno, partita dopo partita è diventato il calciatore con più presenze nella storia con la maglia della Lazio. 

A prescindere dal campo, è diventato un uomo spogliatoio, un leader un vero e proprio “Boss”. Questo è il soprannome che si è guadagnato a Formello, ma la sua conquista più grande sta nel rispetto, nella gratitudine e soprattutto nell’amore dei tifosi biancocelesti. 

I suoi primi 14 anni alla Lazio li ha festeggiati con i compagni di squadra a cena. Qualche bottiglia di buon vino in compagnia degli amici è un ottimo modo per celebrare un traguardo così importante. Poi tutti di nuovo sull’attenti, a disposizione del mister Sarri, per preparare la delicata sfida con la Fiorentina dopo la sosta. 

Stefan Radu però non si accontenta ed è pronto a scrivere altre pagine importanti della sua storia d’amore con la maglia della Lazio perchè dopo 14 anni con l’aquila sul petto nessun traguardo è precluso.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 4962 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione