fbpx

Calciomercato Lazio, sirene inglesi per Strakosha

Ha da poco riconquistato il posto da titolare Thomas Strakosha, ma con il contratto in scadenza al 30 giugno 2022 è destinato molto probabilmente a terminare questa estate l’avventura in maglia biancoceleste. Sembra uno scenario ormai delineato con una differenza netta tra l’offerta della Lazio e la richiesta del portiere che Sarri non ha nemmeno messo tra le priorità.

Dall’Inghilterra però arrivano voci dal quotidiano “The Sun” che parlano di un’interesse del NewCastle per l’estremo difensore biancoceleste. La squadra inglese passata alle cronache quest’inverno per il passaggio di proprietà in favore di Mohammad Bin Salman, figlio ed erede al trono del re della casa reale dell’Arabia Saudita. In un battibaleno il club è passato nelle mani della famiglia reale più ricca del mondo e per questo in questo mercato di gennaio stanno cercando di rinforzare la squadra che naviga al penultimo posto della Premier League. Dopo gli acquisti di Tripper e Wood il Newcastle sta cercando un portiere e dopo aver messo gli occhi di Navas del PSG che però al momento i francesi non vogliono cedere starebbe pensando di portare oltremanica proprio Starkosha. Al momento non esiste una vera e propria trattativa, ma gli inglesi potrebbero accelerare qualora non trovassero altre soluzioni a stretto giro.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 4981 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione

Un pensiero riguardo “Calciomercato Lazio, sirene inglesi per Strakosha

I commenti sono chiusi