fbpx

Papadopulo: “Sarri? Va aspettato. E su Barella…”

Ai microfoni di tuttomercatoweb.com è intervenuto recentemente Giuseppe Papadopulo. Quest’ultimo, come calciatore di ruolo difensore, ha portato l’aquila sul petto dal 1969 al 1972. Come allenatore invece, ha guidato la panchina della Lazio dal 2004 al 2005. Una sola stagione, ma che in modo particolare viene piacevolmente ricordata per l’oramai storico derby vinto ai danni della Roma, nell’Epifania di ben 16 anni fa.

Tralasciando questa parentesi, di seguito è riportato uno stralcio delle parole esclusive rilasciate dall’ex laziale nella giornata di ieri, dove ha trattato svariati argomenti calcistici. Tra cui, quello legato alla prima squadra della capitale.

-LAZIO

Credo che molto ruoti intorno al reinserimento di Luis Alberto. Nell’era Inzaghi ha fatto la differenza e in questo periodo di Sarri non si è confermato a quei livelli, non per tutte responsabilità sue o dell’allenatore ma per l’interpretazione di un ruolo in uno schema tattico nuovo”.

-SARRI

“Va aspettato perché inizialmente era prevedibile che ci fossero delle difficoltà nel calarsi in un gioco nuovo, distante da quello di Inzaghi. Era stato messo in preventivo che l’assimilazione del gioco di Sarri potesse trovare qualche intoppo nell’interpretazione anche da parte di giocatori forti come quelli della Lazio”.

-LUIS ALBERTO

“Lui e Milinkovic in A li possono annoverare una o due squadre e forse mi allargo. Sono i due migliori interpreti che possa presentare il nostro campionato. Magari mancherà un incontrista alla Barella: se ci fosse questo trio potrebbe fare faville…”.

-CHAMPIONS/EUROPA LEAGUE

“La Lazio non deve perdere tempo: l’ultima gara ha dimostrato che se vuole ottiene ottimi risultati perché non era facile vincere a Venezia con quella padronanza. Se continua sulla scia delle ultime gare la Lazio può anche avere la possibilità di puntare al terzo-quarto posto, anche perché le squadre che la precedono a volte non hanno una continuità straordinaria”.

Alessio Giordano

Sono un ragazzo romano di 17 anni, innamorato dello sport in generale, ma in particolar modo del calcio, con il sogno nel cassetto di lavorare un giorno come giornalista sportivo. Nonostante la mia giovane età, credo di aver anticipato nettamente i tempi. Attualmente infatti, collaboro per le seguenti testate giornalistiche: NoiBiancocelesti e SportPress24.

Alessio Giordano ha 108 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Alessio Giordano