fbpx

Calciomercato Lazio, le richieste di Sarri per gennaio

Sta per finire il 2021 e come spesso accade con l’imminente apertura del mercato di gennaio cominciano a rincorrersi le voci di mercato. La Lazio, come ha già più volte ribadito Sarri ha bisogno di muoversi per ovviare a delle carenze di organico che si sono palesate da inizio stagione. Il tecnico biancoceleste a chiesto alla società tre pedine un difensore centrale, un laterale difensivo di piede mancino ed un attaccante capace di giocare al posto di Immobile, ma all’occorrenza anche come esterno al fianco del bomber.

Per quanto riguarda la difesa il centrale sembra essere l’esigenza primaria viste le prestazioni delle ultime gare dove soprattutto Acerbi è sembrato ancora in difficoltà a metabolizzare i dettami tattici di Sarri. I nomi sul taccuino di Tare sono Rugani della Juventus e Ferrari del Sassuolo. Il preferito della dirigenza sembra essere lo juventino che già ha lavorato con Sarri sia ad Empoli che a Torino, ma bisogna convincere il club bianconero ad abbassare le pretese che si aggirano intorno ai 10 milioni di euro. Non sarebbe sgradito il difensore del Sassuolo che ha una valutazione simile a quella di Rugani, ma che sembra al momento più pronto in quanto titolare del club emiliano che difficilmente si priverà del calciatore a stagione in corso se non a fronte di un’offerta importante dal punto di vista economico.

Per quanto riguarda il terzino Sarri avrebbe richiesto un suo ex pupillo Emerson Palmieri già allenato nell’avventura al Chelsea che si trova in prestito al Lione, ma che rimane di proprietà degli inglesi con un contratto che scade a giugno 2024. L’ex giallorosso ha una valutazione di 12 milioni di euro, ma il Chelsea potrebbe abbassare le pretese nel caso in cui la Lazio trovasse un accordo con il calciatore che guadagna attualmente 4,6 milioni di euro a stagione.

In avanti il sostituto di Muriqi destinato a tornare in Turchia al Fenerbache potrebbe essere Erik Botheim del Bodo Glimt. Il calciatore sembra aver stregato il DS Tare che lo ha visto all’opera che nelle gare di Conference League contro la Roma. Il giovane classe 2000 sembra avere grandi potenzialità che però hanno fatto lievitare il prezzo da inizio stagione fino ad oltre 5 milioni di euro. Il campionato norvegese si è concluso il 12 dicembre scorso con la vittoria proprio del Bodo Glimt che quindi potrebbe valutare delle offerte per l’attaccante visto che i prossimi impegni saranno quelli legati alla Conference League a metà febbraio. Altri nomi che sembrano però piano B sono quelli di Lapadula, Kalinic e Lasagna con quest’ultimo che sembra essere il più gradito al tecnico. Nelle ultime ore si è, infine, fatto il nome di Hudosn-Odoi che sembra però una semplice suggestione. Il giocatore fino ad oggi ha collezionato solo 17 presenze in stagione ed al momento sembra ai margini del progetto tecnico di Tuchel. L’operazione potrebbe essere un prestito secco con il Chelsea che si accollerebbe parte dell’ingaggio che si aggira attorno ai 7 milioni di euro.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 4945 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione