fbpx

Caso Suarez: la Procura Federale salva la Juventus, archiviato il procedimento

Il caso Suarez che aveva infiammato le cronache dell’estate 2020. Come balzato alle cronache di tutto il mondo Luis Suarez aveva sostenuto l’esame di lingua italiana B1 presso l’Università di Perugia per ottenere la cittadinanza nel nostro paese. L’ottenimento del passaporto italiano avrebbe aperto le porte all’acquisto da parte della Juventus del calciatore allora in uscita dal Barcellona. L’esame è finito sul web a seguito delle intercettazioni degli inquirenti che avevano ripreso tutto con una telecamera nascosta. Ad organizzare il finto esame secondo la procura di Perugia erano stati i dirigenti della Juventus. A seguito dell’apertura dell’indagine penale che ha visto coinvolti anche i membri dell’Ateneo umbro si è aperta un procedimento anche sportivo da parte della procura federale. Procedimento però che è stato archiviato come comunicato dalla FIGC che ha precisato come “La Procura Federale, su conforme parere della Procura Generale dello Sport, ha disposto nei giorni scorsi l’archiviazione “allo stato degli atti” del procedimento relativo all’indagine della Procura della Repubblica di Perugia sull’esame del calciatore Suarez volto ad ottenere la cittadinanza italiana, in attesa della trasmissione di eventuali ulteriori atti di indagine e/o processuali dalla competente Autorità Giudiziaria. Dalla documentazione ricevuta dalla Procura della Repubblica di Perugia, infatti, non sono emersi elementi sufficienti per ritenere provate condotte illecite rilevanti nell’ambito dell’ordinamento federale sportivo di dirigenti o comunque tesserati, unici soggetti sottoposti alla Giustizia Sportiva ai sensi del vigente C.G.S”.

Paradossale come la Procura Federale abbia chiuso il caso alla luce delle intercettazioni telefoniche che hanno visto coinvolti i dirigenti della Juventus con i membri dell’Università di Perugia affinché venisse riservato al calciatore un trattamento di favore consistente nel sapere prima di sostenere l’esame quali domande gli sarebbero state poste.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5687 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione