fbpx

NoiFantacalcisti-Consigli per la 14a giornata

Alla vigilia di un nuovo turno per il primo campionato nazionale tornano ovviamente anche i consigli per il Fantacalcio della serie A: andiamo dunque a scoprire quali saranno i giocatori che sarà meglio schierare (e quali no) per le sfide della 14^ giornata della prima serie del calcio nazionale. Il turno è certo dei più attesi considerato che pure sono stati messi in programma scontro diretti davvero imperdibili. Andiamo dunque a vederli uno per uno e per ogni match vediamo che cosa possono riservarci i consigli del Fantacalcio della serie A, della nostra redazione alla vigilia del turno.

PORTIERI:

l nome per la porta in questa giornata è quello di Samir Handanovic: è un top, quindi non ci sono dubbi su di lui, ma visto il buon voto guadagnato nella gara contro il Napoli, pur non senza incertezze, e vista la qualificazione agli ottavi di finale in Champions, potrebbe essere il suo weekend contro un Venezia che ha già riservato sorprese. Bel banco di prova, dunque. Sarà la giornata di Cragno contro la Salernitana? Vista la situazione del Cagliari diremmo di no, quindi non rischiatelo se avete di meglio: ha un buon indice, ma le assenze in difesa tra i rossoblù sono troppo pesanti. Vicario contro la Fiorentina? Meglio evitare: dubbio Dragowski, che potrebbe saltare anche la gara del Castellani. Montipò meglio di Audero, così come Musso: Szczesny è un Top, per carità, la la fiducia della Juventus dopo la debacle di Londra potrebbe essere compromessa. Continuate con Silvestri contro il Genoa: possibile outsider (mica tanto) di giornata. Tatarusanu “Sì” contro il Sassuolo.

DIFENSORI:

Per il reparto difensivo a tre, cominciamo da Molina, pronto a riscattare la prestazione un po’ opaca contro il Torino. A fianco a lui Faraoni: due gol e due assist per il laterale che finora é stato fondamentale per Il Verona. Concludiamo con Kalulu, tra i protagonisti del Milan a Firenze. Il Milan deve riscattare la sconfitta contro la Fiorentina, con Theo Hernandez protagonista in negativo che avrà voglia di rivincita in casa contro il Sassuolo. Si può schierare anche Mancini della Roma, che ospiterà il Torino di Ivan Juric. Un altro consiglio, infine, è quello di mettere Biraghi nel derby esterno contro l’Empoli, che può essere un’opzione sui calci piazzati.

CENTROCAMPISTI:

Pasalic è tra i giocatori più in forma del momento e va schierato anche contro la Juve. Chiesa dopo la brutta serata di Londra, deve rifarsi contro l’Atalanta. Zielinski e Milinkovic-Savic giocheranno contro, entrambi sono spesso protagonisti nelle grandi sfide. Barella si prenderà la scena anche a Venezia, Calha ora calcia i rigori e non si può più mettere in dubbio. Kessie sta tornando ai suoi livelli, va schierato senza pensarci. Sta facendo molto bene anche Brahim DiazPellegrini non è mai in discussione, senza Veretout può anche calciare i rigori. Mkhi contro il Genoa è rinato e va rilanciato. Barak è in uno stato di grazia e non si può lasciare fuori. Malinovskyi è in ballottaggio ma non va mai lasciato fuori. Perisic è in fiducia e va lanciato. Felipe Anderson e Luis Alberto non si lasciano fuori neanche a Napoli. Pereyra da lanciare in casa contro il Genoa. Anche contro un super Verona, Candreva va schierato. Tonali da mettere contro il Sassuolo. 

ATTACCANTI:

Immobile è tornato dall’infortunio e ha segnato in Europa League. Zapata è sempre sì, pure con la Juve. Vlahovic in grande forma. Joao Pedro sta segnando tanto. Ibrahimovic quando gioca è sempre da mettere. Lautaro e Dzeko in forma e con il Venezia, turnover permettendo. Berardi ha numeri da top, ok anche contro il Milan. Dybala al rientro, Simeone per riprendere subito a segnare. Abraham arriva da due gol in Conference League. Arnautovic non si tiene fuori, ok anche Barrow. Muriel sempre con una riserva, ma sta tornando quello vero. Leao dovrebbe recuperare dopo gli zero minuti in Champions. Correa avrà minutaggio, anche Ilicic andrà a voto. Insigne prova a recuperare dopo aver saltato l’Europa League, Mertens scalpita nel Milan. Belotti all’Olimpico con la Roma ha una buona tradizione. Keita arriva da un gol in rovesciata. Nzola arriva da una doppietta, si è sbloccato. Caprari da buon voto, Quagliarella e Caputo sullo stesso piano.

A CURA DI FILIPPO MEDICI E DANIELE TELESCA.