fbpx

NoiFantacalcisti – I nomi sui quali nessuno ha puntato durante l’asta estiva

Sosta di novembre e quindi scambi aperti in molte leghe al fantacalcio. Dalle vostre domande e dubbi vediamo i giocatori che si possono provare a prendere o – ovviamente – da tenere se li avete già in rosa dall’asta estiva. Ecco i nomi sui quali nessuno ha puntato durante l’asta estiva, le sorpese da prendere nel vostro listone degli svincolati:

DIFESA:

Arthur Theate è una delle più grandi sorprese di questo Fantacalcio. Prelevato dai belgi dell’Ostenda, il centrale belga classe 2000 si è preso di forza e a suon di prestazioni il posto da titolare al Bologna, al punto da convincere Mihajlovic a passare alla difesa a tre. Un esperimento che ha già prodotto risultati convincenti, col diretto interessato a spiccare su tutti gli altri.

CENTROCAMPO:

Continuiamo con il  neo titolare di casa Lazio: Danilo Cataldi, fresco di convocazione in Nazionale. Il centrocampista biancoceleste giornata dopo giornata si è guadagnato il posto nel centrocampo di Sarri, ai danni di Lucas Leiva, colonna portante della squadra negli ultimi 3 anni. Nelle ultime 3 giornate Danilo è partito sempre titolare ed ha fornito prestazioni di alto livello, ricevendo anche la prima chiamata in Nazionale. A parer nostro, potrebbe essere una piacevole sorpresa e va preso in questa sosta.   Nella Milano rossonera troviamo, Brahim Diaz: partito alla grande, ha ancora una delle migliori fanta-media tra i centrocampisti. Ora la quotazione è leggermente scesa perché ha avuto il Covid e non è ancora tornato al top. Sicuramente non è tra gli svincolati, ma a chi sta pensando di cederlo, consigliamo vivamente di tenerlo: fiducia e pazienza verranno ripagate da Brahim. Tra quelli con la quotazione bassa, poi,  c’è anche Soriano, lui invece si, ha deluso! Cerca ancora il primo gol, ma è migliorato nelle ultime partite. Non svincolatelo ora, dato che non è visto benissimo. Ha sfornato un assist nell’ultima di campionato e questo per noi è il preludio al grande ritorno del Soriano visto la passata stagione.

ATTACCO:

Partiamo da una premessa. Chi di voi ha scommesso su Beto Betuncal ad inizio stagione al fantacalcio? Se rientrate tra questa cerchia di privilegiati potete gongolare. Beto Betuncal è a tutti gli effetti il centravanti titolare dell’Udinese. Arrivato in sordina questa estate, in chiusura di mercato, ha scalato in poco tempo tutte le gerarchie in attacco. Beto, nelle ultime 6 partite ha già collezionato 4 reti. Numeri importanti per un giocatore che studia dai grandi attaccanti. La vittoria inaspettata del Venezia contro i giallorossi di José Mourinho porta soprattutto la firma di David Okereke, autore del gol della vittoria. L’attaccante nigeriano ha ribaltato le gerarchie di Paolo Zanetti e partita dopo partita si è guadagnato la titolarità, scavalcando Henry, Johnsen e Forte. Classe ’97, Okereke è arrivato in estate dal Bruges, adattandosi con grande facilità alla Serie A. Nasce come attaccante esterno ma nel Venezia sta giocando anche da punta centrale.

A Genova arriva Sheva. Ci sono dubbi sul modulo (4-3-3 o 4-2-3-1) ma con Destro out, potrebbe trovare spazio Ekuban, svincolato in molte leghe. Da prendere come 5/6 slot e può rivelarsi molto utile in questi mesi. Monitorate anche Caicedo, il panterone potrebbe sorprendere chi lo conosce meno, è in fase di ripresa e sta scaldando i motori. Shomurodov: L’uzbeko nella prima da titolare ha messo a segno un gol ed è stato autore di un assist, mica male! Mourinho ha sempre speso belle parole per lui, ora merita fiducia e chissà che non possa trovare molto più spazio con il cambio modulo adottato da Mourinho con il Venezia (3-5-2)

FLOP:

Mkhitarian  l’armeno in questa prima parte di stagione non ha brillato, anzi ha deluso molto le aspettative. Nell’ultima giornata addirittura Mourinho l’ha lasciato fuori, complice anche l’ottimo avvio di El Shaarawy. Il nostro consiglio è di tenerlo ma copritevi prendendo il Faraone, che potrebbe diventare titolare. Callejon: sembra un lontano parente del giocatore visto a Napoli, pochi bonus e brutti voti ormai sono all’ordine del giorno. Con il rientro di Nico Gonzalez, l’esplosione di Saponara e un Sottil che scalpita in panchina, potrebbe finire fuori dai titolari.

A CURA DI FILIPPO MEDICI E DANIELE TELESCA