fbpx

Lazio-Salernitana, la conferenza di Sarri: “Gettiamo le basi per essere grandi”

Dopo la fine della gara vinta per 3-0 contro la Salernitana, mister Sarri è intervenuto in conferenza stampa per rispondere alle domande dei giornalisti presenti.

IL MOMENTO – “Stiamo vivendo un periodo abbastanza positivo, al di là dei risultati siamo in crescita, c’è questa sensazione che stiamo crescendo come squadra. C’è stato un innalzamento dell’applicazione e della determinazione, il terzo passo è stata una crescita nell’espressione di gioco. 

LA PARTITA – “La squadra ha giocato una bella partita ma questa è una continuità di un breve periodo e noi dobbiamo puntare al lungo periodo. Abbiamo perso dei punti per dei blackout in gare inspiegabili, la sensazione è che possiamo essere competitivi poi nella vita bisogna sempre puntare in alto ma non dobbiamo mai dimenticare che alla fine della stagione l’obiettivo deve essere quello di porre le basi per la costruzione di una squadra che può diventare veramente forte, questo è il traguardo. Nelle ultime quattro gare abbiamo preso quattro gol: a Bergamo e due a Marsiglia in una gara molto difficile, in attacco siamo una squadra che dà  la sensazione che può segnare da un momento all’altro, in difesa dobbiamo ancora crescere di intensità”.

SALERNITANA – “La Salernitana non è una squadra semplice da affrontare, è una squadra che ha un discreto palleggio e discrete ripartenze ma abbiamo ampiamente leggittimato la nostra ampia vittoria”. Poi su un episodio accaduto quando allenava l’Alessandria in un match contro la Salernitana: “Anche se è accaduto dieci anni fa è un episodio di cui potremmo parlare per un’ora intera…Mi è rimasto qui (indicando la gola, ndr)”.

Michela Santoboni

Classe ‘90, nasco in Sabina ma oggi vivo al mare. Divento giornalista nel 2017 collaborando con un sito a cui devo molto, Lazionews.eu. Dopo tante trasferte, anche all'estero (ultima quella di Riad, a dicembre 2019), approdo a Noibiancocelesti.com nel luglio 2020.

Michela Santoboni ha 443 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Michela Santoboni