fbpx

Atalanta Lazio, Sarri in conferenza: “Capisco la rabbia, ora serve trovare continuità”

Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa ed ha commentato così la gara tra Atalanta e Lazio:

“C’è rammarico per il risultato e perché abbiamo la sensazione che la vittoria sarebbe stata meritata. Il gol all’ultimo secondo fa parte del calcio, ma capisco la rabbia dei ragazzi. Va accettata come situazione, non vanno accettate prestazioni come Bologna e Verona. Ho deciso di confermare il centrocampo ieri sera, i ragazzi avevano dimostrato di aver recuperato dopo la gara di mercoledì. Inoltre, volevo continuità nelle formazioni schierate per cercare continuità nelle prestazioni. Luis Alberto è capace di fare le magie, lo chiamano il Mago non a caso.

Contro le grandi abbiamo fatto delle grandi partite, ma penso che lo spartiacque sia stata la gara di mercoledì, una delle migliori prestazione sotto il profili dell’applicazione. Oggi abbiamo fatto lo stesso migliorando anche tecnicamente, ora serve trovare la continuità. Sono un perfezionista, non sono mai contento e voglio sempre migliorare. Non so quanto ci voglia perché la squadra arrivi al livello vicino da me richiesto, dipende anche dal passato dei calciatori che arrivano da uno stile di gioco molto diverso. Credo che la squadra abbia un grande margine di crescita: Cataldi, ad esempio, è un giovanissimo del ruolo, non aveva mai trovato una collocazione tattica definitiva.

Come lui, ce ne sono tanti di calciatori che possono crescere molto. Lazzari era reduce da due notti in cui non è riuscito a dormire, è venuto con noi per necessità, non era giusto rischiarlo. Negli ultimi minuti sapevamo che l’Atalanta avrebbe spinto molto, per questo motivo ho inserito Muriqi per aumentare la fisicità. Non abbiamo grandi rischi, in occasione del gol il tocco di Demiral ha tagliato fuori i nostri difensori, ma la squadra non mi è apparsa in difficoltà”.