fbpx

Calciomercato Lazio: Marusic rinnovo alle porte, Strakosha e Muriqi due situazioni da risolvere a gennaio

Dopo la sconfitta di Verona la Lazio è andata in ritiro a Formello e con l’occasione oltre ad un confronto tra squadra e Maurizio Sarri, ci sono stati dei colloqui anche tra il DS Tare ed alcuni calciatori in vista dell’imminente sessione di calciomercato che si aprirà a gennaio. La Lazio deve risolvere alcune situazioni spinose a partire dai rinnovi per arrivare ad alcune cessioni necessarie per fare mercato.

Sul fronte rinnovi buone notizie arrivano da Marusic dove in pratica manca solo la firma per ufficializzare il prolungamento di contratto con un adeguamento dell’ingaggio al rialzo. Le prestazioni del montenegrino dell’ultimo anno sono state confortanti, come le sue condizioni fisiche che erano la vera incognita nel passato.

Durante il ritiro Tare, inoltre, si è intrattenuto con Thomas Strakosha al termine della sessione di allenamento di ieri. L’argomento quasi certamente è il rinnovo di contratto con l’estremo difensore che già a febbraio potrebbe firmare per un’altra società qualora non rinnovasse con la Lazio. Tare vuole scongiurare il pericolo di una perdita a parametro zero e per questo ha già sottoposto all’entourage del portiere una proposta di rinnovo quadriennale a poco 2 milioni di euro a stagione. Se non si arrivasse alla firma entro breve non è da scartare l’ipotesi che il calciatore venga messo in vendita già a gennaio per provare a monetizzare in parte l’eventuale cessione.

Altra situazione spinosa è quella di Vedat Muriqi che non sta nascondendo il malumore del mancato impiego anche da parte di Maurizio Sarri che praticamente non lo ha quasi mai utilizzato anche in situazioni disperate come domenica scorsa. Il kosovaro spinge per tornare in Turchia al Fenerbache, ma la sua ex squadra non è intenzionata a pagare nemmeno parte della somma richiesta dalla Lazio. L’esigenza dei biancocelesti è di non fare una minusvalenza ed in questo caso dopo un anno di contratto non può cedere il calciatore ad una somma inferiore ai 14 milioni di euro. L’idea sarebbe quella di cederlo in prestito per 18 mesi per poi perfezionare la cessione ad una somma intorno ai 9 milioni di euro.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 1567 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione