fbpx

Lazio – Roma, la stampa estera incensa Sarri e boccia le proteste di Mourinho

Al triplice fischio finale di Guida sono scoppiate le polemiche sul suo arbitraggio nel derby di ieri sera alimentate dalle dichiarazioni di Mourinho che ha preferito glissare sulle domande in ordine all’andamento della gara per focalizzarsi unicamente sul direttore di gara. La disamina dello Special One che sta mettendo in angoscia l’intero popolo giallorosso non è affatto condivisa dalla stampa estera che incensa Sarri e la Lazio e boccia inesorabilmente la lettura della gara e la comunicazione del tecnico giallorosso.

Il quotidiano francese l’Equipe titola “La Lazio domina la Roma nel derby” e nel cuore dell’articolo analizzando tutti gli episodi accaduti precisa che sul contatto tra Rui Patricio e Milinkovic in occasione del vantaggio biancoceleste “il cartellino giallo al portiere è stato molto magnanimo” precisando come ci fossero gli estremi per il cartellino rosso.

Il Mirror è invece molto più duro con l’ex allenatore del Totthenam, Chelsea e United titolando “Mourinho torna alle vecchie scuse mentre Maurizio Sarri celebra la vittoria del derby con stile” nel corpo dell’articolo vengono ricordati i precedenti dello “Special One” che non è nuovo ad uscite del genere quando si tratta di giustificare una sconfitta in una gara importante “resta da vedere se Mourinho sarà punito dai vertici della Serie A per i suoi commenti sull’arbitraggio, dopo essere stato rimproverato dai vertici della Premier League in numerose occasioni per situazioni simili”.

Il Daily Mail titola “Jose Mourinho esce sconfitto dal derby nonostante un rigore bizzarro, Milinkovic, Immobile e Felipe Anderson allentano la pressione su Maurizio Sarri” mettendo in evidenza il rigore assegnato ai giallorossi che a tutti è sembrato imbarazzante.

Insomma fuori dal raccordo anulare la gara è stata analizzata come un trionfo della squadra biancoceleste mentre le proteste di Mourinho sono state viste come classiche scuse non nuove al personaggio.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 1027 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione