fbpx
olimpiadi

Olimpiadi Tokyo 2020 – Il bilancio azzurro

Sono terminati da 2 giorni le Olimpiadi di Tokyo 2020. La XXXII edizione dei Giochi Olimpici estivi è stata storica per l’Italia, gli azzurri hanno conquistato 40 medaglie (10 ori, 10 argenti e 20 bronzi) superando il record di 36 siglato a Los Angeles 1932 e Roma 1960. Inoltre il tricolore è salito su un gradino del podio in ogni giorno dell’intera edizione, mai era accaduto nella storia dell’Italia olimpica.

I risultati migliori sono arrivati dall’Atletica dove gli azzurri hanno raggiunto in 5 circostanze il primo posto. Resterà nel mito la doppia vittoria nei 100 metri e nella 4×100, dove l’Italia ha rotto l’egemonia della Giamaica. Tamberi nel salto in alto eguaglia Sara Simeoni (campionessa olimpica a Mosca ’80), mentre Palmisano e Stano riportano la marcia alla vittoria, dopo che lo fece Schwazer nel 2008.

Da segnalare l’ottimo esordio del Karate, non tradiscono Canottaggio, Tiro con l’Arco e le Arti Marziali. Un bel bottino di medaglie arriva dal nuoto, ben 7 quelle conquistate da Paltrinieri e compagni. Dalla Scherma arrivano 3 argenti e 2 bronzi, ma nessun oro, un esito che non soddisfa, nello Sport in cui l’Italia è la più titolata di sempre serviva almeno un primo posto. Restano a secco i Tuffi, un risultato prevedibile dopo il ritiro di Tania Cagnotto.

La vera unica delusione di queste Olimpiadi giapponesi sono stati gli Sport di squadra. Fatta eccezione per il Basket, che arrivando sino ai quarti di finale ha reso onore alla competizione. Le altre compagini hanno abbandonato anzitempo i rispettivi tornei. La Pallavolo maschile è uscita da favorita contro un’Argentina non irresistibile, non centrando (dopo 13 anni dall’ultima volta) il podio. Il Volley femminile ha subito un sonoro 3-0 contro la Serbia (poi medaglia di bronzo) colpevole di non essere mai stata in gara. La Pallanuoto di Sandro Campagna si è arresa sempre alla Serbia pluricampione in carica, senza mai impensierire gli avversari.

In vista di Parigi 2024 con un Atletica così ed il Nuoto su buoni livelli, con l’ulteriore opportunità di ritrovarsi nella Scherma e negli Sport di squadra, il Team Italia fa ben sperare gli appassionati e non solo.